Tisana e la cura che non c’è

Di

Eccoci di nuovo con Tisana e un altro ospite poco raccomandabile. È Mark Pfister. Per anni discepolo del medico tedesco Ryke Geerd Hamer famoso per aver pubblicato “Testamento per una Nuova Medicina”, un bestseller scritto per convincere quanta più gente possibile che il cancro ha un’origine psicologica e dal quale è possibile guarire rimuovendo semplicemente il disagio che l’ha causato. Così, a suo dire, a poco o niente serve la chemioterapia. Meglio vitamine o ghiaccio. Sì, proprio così.

Insomma, per la fiera del benessere da ieri in corso di svolgimento a Lugano, trattasi dell’ennesima buccia di banana. Era già successo con un altro personaggio controverso. Gabriella Mereu, invitata come ospite tre anni fa. Una guaritrice che, in Italia, è stata radiata a vita dall’ordine dei medici, anche grazie a una serie di servizi televisivi realizzati dalla trasmissione “Le Iene”. Avevano documentato pratiche che assolutamente nulla avevano a che vedere con la medicina.

La Mereu, coi fiori di Bach, urla e una bella razione d’insulti, assicurava di essere in grado di poter curare il cancro o addirittura la paraplegia. Altro che costose medicine. La guarigione, nel suo caso, arrivava a furia di parolacce. Senza dimenticare un altro suo celebre cavallo di battaglia. Una specie di rituale per cui, se eri donna, ti dovevi infilare nella vagina una medaglietta con l’immagine della Madonna e, dopo averla tolta, andava sepolta sotto terra. In cambio la guarigione era assicurata.

Ora, ad aver sventato l’arrivo di Pfister a Tisana, almeno stando alle parole di Roberto Badaracco, è stata la città di Lugano. “Ci eravamo resi conto dopo una segnalazione che si trattava di una persona discussa e controversa – ha ammesso il municipale a capo del Dicastero Cultura, Sport ed Eventi – così abbiamo contattato gli organizzatori chiedendo loro di annullare il suo intervento. Loro sono stati molto aperti”. Decisamente troppo aperti lo sono stati nell’invitare l’ennesimo pifferaio magico, capace di inventare storie e miti che hanno indubbiamente il loro fascino.

Magari bastasse davvero uno zuccherino per guarire da certi brutti mali. Chi di voi non lo vorrebbe? Non a caso la cura brevettata dalle signore Marchi erano semplici boccette di acqua e sale marino. Vendute a peso d’oro. Peccato solo che poi, a seguire alla lettera certi deliri, si finisce per morire. O a piangere i propri cari che, nella disperazione della malattia, disposti a tutto, si sono affidati a gentaglia senza scrupoli. Pronti a credere a una Mereu o un Pflister.

Mark Ulrich Pfister che ancora oggi difende e venera Ryke Geerd Hamer, radiato dall’albo e finito ben due volte in carcere per truffa ed esercizio abusivo della professione. Pfister che è tra i massimi promotori delle teorie dell’ormai defunto Hamer. Pfister che prima di incontrarlo, a 23 anni, faceva il barista in un ristorante. Ma si sa le vie della medicina sono infinite. Soprattutto quando si baratta la scienza con la magia. La ragione con la fede. L’università per un corso di cucina. Intanto ci aspettiamo che a una prossima edizione di Tisana gli organizzatori ci facciano il regalo del Mago Gandalf o, meglio ancora, del leader dei Terrapiattisti. Insomma, affaire à suivre.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!