Una generazione di grandissimi imbecilli

Pubblicità

Di

Eppure io mi ricordo un tempo, neanche troppi anni fa, in cui uno, anche se lo era, mai avrebbe ammesso di essere razzista, fascista, di credere che la terra fosse piatta. Mai avrebbe pubblicamente denigrato ragazzine affette da sindromi, mai avrebbe ammesso o tantomeno si sarebbe vantato di non credere alla scienza.
Mi ricordo un tempo in cui persone così sarebbero state emarginate, ridicolizzate, ignorate.
Abbiamo perso il pudore, lo abbiamo sacrificato sull’altare del piacere del confronto. Anzi: dello scontro. 
Oggi c’è chi non ha vergogna di dire che pensa che le scie chimiche esistano, che il mondo sia governato dai Rettiliani, che rinnega il progresso. 
Roba che mio padre mi avrebbe preso a botte. 
Oggi in tv non ci vanno più quelli intelligenti, ci vanno i belli. 
Oggi essere stupidi è considerata una virtù, ci si riempie la bocca di parole come “popolo”, “gente”, arrogandosi il diritto di parlare a nome di maggioranze che non esistono. Oggi c’è chi insulta pubblicamente, chi invoca punizioni esemplari (ma sempre solo per gli altri).
Stiamo vivendo un nuovo Medio Evo. 
La Rivoluzione Digitale sta creando nuove classi: non è più questione di ricchezza, di istruzione, età o sesso. Oggi ci dividiamo in buoni e cattivi. Ma ovviamente ognuno di noi traccia la propria linea. 
La condivisione del sapere ha creato ignoranza. La condivisione della comunicazione ha creato egocentrismo.
Forse, lo spero, è solo un passaggio. Guardo ai giovani e vedo che riconoscono le fake news a prima vista. Ma temo che loro guarderanno a noi come a una generazione di incredibili, grandissimi, assoluti imbecilli.

Gino Ceschina

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!