Docenti e allievi fan(n)ulloni

Di

Un volantino al liceo di Bellinzona si scaglia contro sinistra e femministe a causa dello sciopero. Salottari, grattoni e radical chic sarebbero tutti quelli che aderiscono allo sciopero.

“Il 14 giugno non fare il fan(n)ullone in piazza

Care professoresse e care studentesse, vi vogliamo ricordare, che nell’esatto momento in cui voi vi dilettate ad allestire salotti, sfoggiare pugni chiusi ed organizzare scioperi, c’è un contribuente costretto a lavorare per mantenervi e mantenerci. Pertanto siete pregate ad evitare la vostra aberrante e ridicola politica, fino a che non avrete rinunciato al vostro stipendio statale e saprete camminare sulle vostre gambe. Il futuro si costruisce con la cultura del lavoro, non con quella distruttiva e codarda dello sciopero. L’estremismo di sinistra degli scioperanti e di alcune femministe minaccia la tua libertà ed il tuo benessere”

Questo un volantino apparso al liceo di Bellinzona. Vogliamo infatti ricordare che il 14 giugno prossimo in tutta la Svizzera si terrà lo sciopero nazionale delle donne.

Evidentemente lo sventurato estensore del libello ha in astio la classe docente e quella degli studenti, in particolare le femmine in questo caso. Dunque non solo destrorso ed uso a muoversi nell’ombra, ma anche misogino.

Femmine che, secondo l’anonimo estensore, invece di farsi partire tutti quei grilli per la testa sulla parità di salari e diritti, dovrebbero stare sì nei salotti, a fare però la calzetta bevendo thé con le amiche, mica ad organizzare scioperi.

Dunque le ipotesi sono due. O l’anonimo scrittore è un allievo, e allora possiamo solo piangere per la vita da sfigato che avrà, e che passerà probabilmente pregando il Signore e digrignando i denti contro quelle vacche comuniste, oppure è un docente, e allora è sfigato il doppio perché non ha nemmeno il beneficio della giovane età.

Una cosa è certa, fannullone si scrive con due “N”, e forse qualcuno sui banchi di scuola dovrebbe tornarci, perché invece di concentrarsi sulla lezione, probabilmente spiava sotto le gonne delle compagne nella vana speranza di scorgere qualcosa che ha di sicuro visto in cartolina.

Nel frattempo noi invece esortiamo tutti, femmine e maschi, a partecipare tutti allo sciopero del 14 giugno, non perché è di sinistra, ma perché pensate che l’uguaglianza tra persone sia un diritto a prescindere da tutto.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!