L’isteria climatica e il terrore

Pubblicità

Di

Anche questo mi è toccato sentire ultimamente, in seguito al solito post sui giovani protestatari per il clima. Questi sarebbero lazzaroni strumentalizzati (ovviamente). Si ignora totalmente il disastro per prendersela con chi ce lo fa notare.

“Come mai non vanno a fare cagnara anche per il lavoro che non trovano/troveranno o i loro padri hanno perso?!!?? E’ beh dietro spingono i spalancatori pro libera circolazione…l’isterismo climatico e’ la nuova distrazione di massa”

In questo post, isterico di suo, c’è in fondo la summa del pensiero negazionista: chi protesta per salvare il salvabile non è encomiabile, ma un lazzarone che fa cagnara, di più, ci si aggiunge per buona misura, come fanno sempre i negazionisti dal pensiero raffazzonato, qualcosa che non c’entra un piffero, in questo caso la libera circolazione. Poteva anche essere qualcos’altro tanto caro alle destre, gli immigrati, la vituperata UE, insomma, un minestrone atto a minimizzare il disastro imminente, anzi, già in atto, che sta devastando la terra.

Fa ridere pensare che questo pianeta, appunto, è anche il loro, ma nell’immensa ottusità terrorizzata di queste persone, la cosa non conta. Anzi, il puntino sulla “I” è che tutte le prove scientifiche del cambiamento repentino sarebbe un’invenzione, un modo di distrarre dai veri problemi (o quelli a cui loro ritengono di dare priorità).

Alla base di questo pensiero, oltre alla rabbia, c’è la paura. La stessa paura che nel Medioevo negava la peste finché il disastro non era talmente conclamato da non poterlo più negare. Paura, terrore, rabbia, sono alla base del pensiero destrorso e distruttivo, talmente pernicioso da essere refrattario ad ogni ragionamento. Persone così sono come lemming che si lanciano dalla scogliere inconsapevoli, conviti dal loro credo rabberciato e cucito malamente con fili di odio, che tutto è un’invenzione degli “altri”.

E così, salvare il pianeta diventa assurdamente una questione ideologica tra destra e sinistra, mentre dovrebbe essere un enorme sforzo corale per salvare il salvabile. Ma soprattutto, egoisticamente, per salvare noi stessi dalla nostra follia.

Queste persone viaggiano su un razzo a 40’000 chilometri orari mirando alla fascia di asteroidi convinti che li ha messi lì la sinistra, che sono di gommapiuma, che il vero problema sono i satelliti di Plutone.

Contrastarli è un lavoro faticoso ma doveroso. Lo dobbiamo a noi stessi e al nostro pianeta, spiegando, raccontando e anche litigando se serve. Ma soprattutto, quando ci discutiamo, ricordiamo che a muoverli è soprattutto la paura.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!