Marchesi lo spandibufale

Di

Piero Marchesi, come i suoi amici sovranisti Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia o Matteo Salvini della Lega, preferisce condividere balle al posto di usare le idee per fare politica. Un caso eclatante è la bufala secondo cui Carola Rackete avrebbe portato i migranti a Lampedusa su “ordine” del governo tedesco.

Marchesi, senza nemmeno verificare e prendendo per buone le cavolate che si rimpallano i sovranisti italiani, cade nel tranello e incazzatissimo se la prende con il governo tedesco, difende Salvini e definisce Carola Rackete una pedina. Indignatissimo, Marchesi condivide una cavolata pazzesca. Infatti, tutto il pasticcio parte da un articolo de “Il Giornale”, diretto da Alessandro Sallusti, una delle fogne a cielo aperto insieme a “Libero” che imperversano in Italia con titoli roboanti e articoli al limite della denuncia.

Purtroppo per lui, è tutta una balla. Marchesi, presidente dell’UDC, (mica un bischero qualsiasi) dovrebbe forse verificare notizie che già ad un occhio appena attento sembrano delle idiozie. Oppure Marchesi lo sa benissimo che sono idiozie e siccome sono funzionali alla sua storia (Cattiva UE, Rackete teppista…) se ne frega allegramente e le pubblica anche se non sono vere.

Come dicevamo, bastava una piccola verifica, come abbiamo fatto noi. In un suo articolo per Open, David Puente, uno dei più autorevoli debunker italiani, smonta con dovizia di pareticolari la notizia, che parte da un’intervista di Carola Rackete alla ZDF germanica. Scrive Puente:

“Da nessuna parte dell’intervista vengono ammessi «ordini» da parte del Governo tedesco, ma che da questo non avevano ottenuto soluzioni («aber es wurde effektiv keine Lösung nach vorne gebracht»). Da nessuna parte si legge che si voleva «far registrare e portare tutti i clandestini a Lampedusa» e cercando nell’intervista la parola chiave «Lampedusa» essa viene citata due volte ma senza riferimenti al Governo tedesco.”(leggi qui)

Insomma, la solita faciloneria che non ci si aspetterebbe da un presidente di partito, evidentemente talmente accecato dalle proprie tesi, al punto di perdere il lume della ragione che gli impedisce di mantenere un minimo di discernimento. Peccato, un motivo per distinguersi dalla Lega c’era, così Marchesi e l’UDC rimangono proprio la sua brutta copia.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!