Sellerio, una bella e consolidata abitudine.

Pubblicità

Di

L’idea è semplice e dunque felice. Per degnamente festeggiare un prestigioso compleanno, i cinquant’anni, la casa editrice Sellerio ha chiesto ad alcuni dei suoi più importanti autori un racconto inedito, così da formare una piccola «annuale collezione certificata».

Una essenziale raccolta così, senza nessuna indicazione? Eh no, un momento. Per prima cosa la scelta degli scrittori non è casuale: nel progetto vengono coinvolti solo giallisti (che sono il marchio vincente della casa editrice di Palermo, basti pensare ad uno degli ideatori fondanti, Leonardo Sciascia, ed alla sua storica locomotiva, Andrea Camilleri). Dunque racconti di genere. Quale secondo criterio poi viene assegnata una consegna precisa: ogni testo deve alludere o citare o raccontare un titolo presente nel catalogo. Libertà assoluta ma «accompagnata». E quindi per il lettore una curiosità aggiunta: leggere un autore e andare a scoprire un altro testo. Con Robecchi intrigarsi più in là di Bob Dylan, con Savatteri andare oltre Sciascia.

Non riveliamo qui troppi dualismi. Ci basti dire che Giampaolo Simi qui va oltre ogni sua precedente produzione con un fantastico racconto su «Assasinio al comitato centrale» di Vazquez Montalban, che Gaetano Savatteri si conferma su livelli altissimi (con un’ironia pungentissima), e che Santo Piazzese è in gran forma. Poi, poi su tutti gli altri non vi è proprio nulla da eccepire (eccezionale Robecchi, di livello Gian Mauro Costa e Francesco Recami, e non tacciamo il «saggio» Fabio Stassi). In poche parole un bella, aggiornata, antologia che non manderà deluso alcun lettore.

Questo perché alla Sellerio proposte di questo tipo hanno una loro specifica storia. Infatti il primo volumetto de «La Memoria» a più firme in giallo è datato 2011, quando Elvira Sellerio, forse anche per marcare commercialmente il territorio, in occasione delle feste di fine anno arrivò con «Un Natale in giallo» (anche allora con Malvaldi, Piazzese, Costa, e Recami, ai quali venne aggiunta la star Alicia Gimenez Bartlett). Un’operazione subito baciata dal successo, tant’è che ora si è giunti alla ventesima antologia. Sempre con un taglio diverso: un anno il tema é la crisi, un altro il Carnevale, poi la scuola, il viaggio, ecc.. . Nell’edizione di fine anno 2017 la consegna è stata originale, per una specie di annuario (un autore: un mese) lo scrittore nel suo racconto doveva fare riferimento al suo collega successivo.

Questo per dire che non si tratta di una semplice raccolta di racconti ma di un progetto condiviso, che oltretutto crea senso di appartenenza fra i diversi scrittori. E questo è un segreto supplementare della casa editrice palermitana. Il segreto di un successo che continua negli anni.

«Cinquanta in blu: otto racconti gialli», 2019, di Autori Vari (Costa, Malvaldi, Piazzese. Recami, Robecchi, Savatteri, Simi, Stassi) , ed. Sellerio, 2019, pag 532, Euro 15,00.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!