UDC, gli altri sono vermi

Pubblicità

Di

Ma davvero l’UDC non ha altri mezzi per fare politica? Ieri erano i ratti frontalieri, triste paragone che nella Germania nazista si faceva con gli ebrei, oggi sono quelli di sinistra e i Verdi a passare per vermi.

Voglio supporre che almeno qualche membro dell’UDC, quelli più ragionevoli ed onesti, abbia un minimo di vergogna di fronte a un certo modo miserevole di fare politica. La “nuova” pubblicità del partito democentrista, col solito piglio grafico che richiama a passati tristi e autoritari, invece di portare delle idee, sfrutta sistematicamente l’insulto nei confronti dell’avversario. Nella foto, possiamo vedere dei vermi che si mangiano una mela con rigorosamente il bollino svizzero. I vermi sarebbero i “sinistroidi” e gli europeisti, c’è anche un cagnottino verde, che supponiamo sia rappresentativo delle compagini ecologiste.

In molti si sono giustamente indignati per l’immagine e il giovane Andrea Ghisletta, candidato al Nazionale per la GISO, pubblica una pubblicità nazista in cui gli ariani psicopatici che misero a ferro e fuoco il mondo paragonavano gli ebrei a larve. Scrive a tale proposito Ghisletta:

“Ecco la propaganda dell’UDC che equipara sinistra ed europeisti a dei vermi. Per di più riprendendo il concetto di un cartellone nazista. Fossi iscritto UDC, o addirittura candidato UDC, avrei solo da vergognarmi di una simile comunicazione. Alcuni, purtroppo troppo pochi, come per esempio il Consigliere Nazionale UDC Claudio Zanetti, hanno giustamente protestato. Siamo una nazione che si basa sul rispetto e la democrazia, un simile cartellone è la negazione della Svizzera stessa.”

Commenta anche Greta Gisyn dei Verdi, candidata agli Stati:

“La campagna elettorale è appena cominciata – ed è già disgustosa. L’UDC dimostra di non aver capito che il confronto rispettoso e la convivenza pacifica di opinioni differenti è l’essenza di una democrazia. Quel che è peggio, l’UDC non ha timore di usare una simbologia tipica del nazismo: quella dell’avversario verme, da distruggere e annientare. Questo partito detiene la maggioranza relativa: siamo messi male, anzi malissimo. È davvero questa la Svizzera che vogliamo? Il 20 ottobre abbiamo la possibilità di scegliere: usiamo bene il nostro voto!”

Dobbiamo dedurre che per l’UDC tutti quelli che non si allineano al pensiero unico democentrista siano vermi? Un po’ puerile oltre che un attimino scorretto. Ieri ratti stranieri e ora i vermi svizzeri. Mancano all’appello gli scarafaggi, ma siamo certi di vederli alle prossime elezioni o alla prossima votazione.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!