Adulti, basta con Gretina

Pubblicità

Di


Modello (adulto e maturo) di comportamento su Facebook:

– Greta Thunberg dice qualcosa

COMMENTI

  1. Gretina e Gretini, più insulti di diverso tipo
  2. I poteri forti la manovrano
  3. Eh ma anche lei…
  4. “Giovani andate a pulire le spiagge, i boschi ecc ecc invece di starnazzare”
  5. Ha rotto le palle, ci sono altri problemi
  6. Anche io faccio per l’ecologia, ma non rompo le palle a nessuno (che assomiglia a “non sono razzista ma…)…
  1. Partiamo dal fatto che gli insulti personali ad una ragazzina di 16 anni e ai ragazzi che in tutto il mondo cercano, consapevolmente e legittimamente, di far sentire la propria voce riguardo ad una cosa che li tocca da molto vicino, ovvero il futuro del mondo in cui vivranno, è già di per sé una roba surreale, se non assurda. Un adulto dovrebbe essere un esempio di comportamento, anche nel modo in cui si esprime, nelle riflessioni che fa e se è vero che su Facebook sono solo 8 i secondi che impieghiamo prima di scrivere qualcosa, è il momento di riflettere e aumentare almeno a 100 il periodo di pausa tra cervello e tastiera
  2. Non sono un complottista, non mi interessa neanche stare a scavare su chi c’è dietro, cosa c’è dietro… Anche se fosse, a Greta vanno dati sicuramente dei meriti. Aver portato all’attenzione di tutti un discorso che riguarda tutti: la devastazione umana del pianeta è qualcosa che esiste, è inutile far finta di nulla. Quello che non riesco a capire se è un merito o meno (a me, seppur in un modo distorto, sembra proprio di sì), ma è un dato di fatto, è l’aver tirato fuori una rabbia incredibile da parte di una generazione nei confronti dei giovani. Come se fosse una colpa reclamare per il proprio futuro.
  3. L’incoerenza è parte del comportamento umano. Visto che la coerenza assoluta è impossibile, forse dovremmo apprezzare che ci cerchi di avvicinarsi il più possibile in parole e gesti a quello che pensa. Sì ha preso la barca che costa, sì una volta l’avete vista con una confezione in plastica, sì ha un addetto stampa, ma anche 16 anni è un coraggio che è da ammirare e stimare. Stare in mezzo a questa shitstorm a quell’età, vi rendete conto di come ci si possa sentire?
  4. Il quarto punto è il mio preferito. Come se tutti sapessero nel dettaglio cosa fanno ogni giorno i ragazzi nella loro vita, come se tutti sapessero che dopo gli scioperi i loro comportamenti siano sicuramente anti-ecologici. La sensibilità dei ragazzi sull’argomento è reale e concreta, con le eccezioni del caso naturalmente. Fare di tutta un’erba un fascio è sbagliato e anche inutile: sì li ho visti andare a pulire spiagge e boschi, sì prendono i mezzi pubblici, sì usano il treno per viaggiare, sì in tanti sono vegetariani, sì in tanti consumano locale, sì sanno di cosa stanno parlando e sanno agire di conseguenza.
  5. Penso che nessuno, Greta in primis, possa negare che esistano altri problemi. Guerre, disoccupazione, tragedie umanitarie… Ci sono, vanno affrontati!! MA lei sta parlando di clima (anche se seguendola affronta anche altri argomenti come il sistema economico…)
  6. Ok, bella lì 🙂

Pablo Creti

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!