Che orrore questa epoca,

Pubblicità

Di

Che orrore questa epoca, che lenta agonia subisce il mondo. Un pianeta devastato da menti scaltre e raffinate, e una popolazione che non è più in grado di scegliere il giusto. Viviamo gli orrori quotidiani dell’immenso rumore, del clima che cambia e peggiora, dell’acqua che non basterà più. Siamo tutti colpevole di un consumismo sfrenato, siamo tutti complici delle condanne inflitte a genti e animali.

Ci muoviamo e viviamo nella pura utopia del benessere, e non ci accorgiamo del danno e dei relitti che lasciamo al nostro passaggio. Famiglie disgregate e figli proiettati come missili a ricalcare i nostri errori, sperando riescano a fare peggio. 

E siamo tristi, avvolti nella sicurezza del tangibile, ovattati e coccolati dalle conquiste economiche e materiali. Siamo diventati oggetti, uguali o peggiori di quelli che acquistiamo. Siamo ombre materiali che occupano e devastano l’ambiente; siamo possessori di beni e di servizi e abbiamo scordato cosa davvero contava e ciò per cui vale la pena vivere e lottare.

Non torneranno più gli anni passati, neanche raccontandoli in mielosi passaggi e in discorsi nostalgici. I nostri figli avranno del nostro passato la stessa visione che noi abbiamo avuto ai racconti dei nostri genitori: un’ipotetica accondiscendenza basata sulla fiducia della verità narrativa.

Loro non sapranno mai cosa era l’epoca trascorsa, saranno uomini che vivono un tempo diverso, un mondo diverso, diverse tragedie e diverse conquiste.Ma stiamo lasciandogli un deserto emotivo e un oceano di sconfitte. Saranno loro a redimere e riscattare la nostra viltà? No, vedo un mondo che va a rotoli e genti rassegnate dove regna l’ignavia.

Armando Gentile

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!