Come il Tiki e la Cicca

Di

Siamo un fottuto paese di vecchi. Ma mica vecchietti belli, gentili e umani, siamo vecchi tignosi, impauriti, chiusi e abbarbicati sulle loro antiche ossa come becchi sulla parete dell’Eiger.

E non è un’impressione, il Ticino secondo le statistiche è il Cantone più anziano e che produce meno figli, sotto la media nazionale, circa un pupo virgola tre a donna. Che poi i virgola tre difficilmente sopravvivono essendo bambini solo al 33 per cento, una cosa tristissima. Insomma, quest’anno i Ticinesi sono meno dell’anno scorso, perché ne muoiono di più di quelli che nascono. E questo nonostante le orde di migranti che sparano fuori figli come una mitragliatrice gatling.

A rappresentarci nelle istituzioni, spesso persone vecchie dentro e fuori, rancorose e impaurite, che riescono a trasmettere solo questa triste idea a tutti gli altri, che sono in parte vecchi pure loro.

La gioventù non è una condizione, ma un’idea, come la rivoluzione. Essere giovani dentro non è una figura retorica ma una realtà, certi anziani sono a volte sono più svegli, innovativi e brillanti di tanti giovani. Perché essere vecchi o giovani è una questione di energia mentale, come il tiki quando ti buscia sulla lingua, ecco.

C’è chi ha il tiki e chi invece mastica la stessa cicca senza gusto ormai da decenni, gente come Quadri o Chiesa, sempre con le solite solfe e manfrine, dischi rotti, incartapecoriti guitti di un triste spettacolo dal tendone polveroso che si ripete uguale ogni anno.Il clima sta andando in mona e questi continuano a rompere con gli immigrati, la vituperata UE e danno degli isterici a chi si impegna invece per salvare la nostra buccia con misure puntuali.

Tiki e cicca, come dicevamo prima. C’è chi frizza e spumeggia e chi si adagia tra le gengive sdentate. Una volta eravamo terra d’artisti, ora siamo un paese per vecchi.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!