Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 27 Settembre al 3 Ottobre

Pubblicità

Di

Sì, viaggiare… evitando le buche più dure… senza per questo cader nelle paure… gentilmente senza fumo con amore… dolcemente viaggiare… rallentando per poi accelerare!” Ecco. È esattamente questo il senso, darvi qualche dritta per evitare le vie accidentate e – viaggiare – andando dritti al punto. Serenamente. A occhi chiusi, o quasi, dai. Sei appuntamenti sei, tra conferenze, musica, danza e teatro che fanno assolutamente al caso vostro. Senza correre il rischio di dover vagare spersi perché noi del GAS siam pronti a farvi da GPS e a darvi la direzione. Via! Super-tranquilli grazie alle nostre puntuali segnalazioni d’agenda. E se casomai vi venisse voglia di cantarci sopra qualcosa… fatelo inviandoci il vostro file audio o la vostra segnalazione d’agenda all’indirizzo email gentecheaccende@gmail.com!

Sabato 28 settembre 2019 Noon al Teatro Dimitri”

“Continuo Theater”, compagnia teatrale indipendente in arrivo direttamente dalla Repubblica Ceca, presenta al Teatro Dimitri di Verscio uno spettacolo di teatro fisico e documentaristico tratto dall’omonimo libro di Natalya Gorbanevskaya che fu tra i dissidenti che il 25 agosto del 1968 manifestarono nella Piazza Rossa contro l’occupazione della Cecoslovacchia. Partendo dall’autobiografia omonima e dalle poesie della Gorbanevskaya, sul palco si combinano intensi momenti di teatro documentario, dal racconto della lotta per la libertà, a toccanti scene di teatro fisico, ispirate dai versi “eretici” di quegli anni. Formidabili quegli anni!

www.continuo.cz

Domenica 29 settembre 2019 Planetario astronomico a Cadro”

Tutti alla scoperta del cielo! Preferite quattro passi sulla Luna o un bel tour sul pianeta rosso? Galassie e buchi neri, vita extraterrestre e missioni spaziali. Grazie al nuovo e moderno planetario digitale de L’ideatorio di Cadro, chiunque potrà sognare di viaggiare nello spazio, ben oltre i confini del nostro sistema solare. Un viaggio fatto da musica e immagini, con affascinanti proiezioni immersive che ci porteranno dagli austeri panorami di Marte ai suggestivi anelli di Saturno, fino alle nebulose e alle galassie più remote. Fra miti e leggende, ben oltre i nostri umani confini, in compagnia di sogni, timori, e tanta meraviglia, imparando a guardare con occhi diversi questo piccolo grande pianeta che ci accoglie, la nostra casa, l’astronave Terra! Dalle 14.00 alle 18.00 al L’ideatorio di Cadro.

www.ideatorio.usi.ch

Lunedì 30 settembre 2019 “The Congo Tribunal al FIT Festival”

“ll pezzo di teatro politico più ambizioso mai messo in scena” ha scritto il “The Guardian del documentario realizzato dal regista svizzero Milo Rau. “The Congo Tribunal” e il conflitto di cui parla dimostrano i costi umani del commercio globale di materie prime. È il ritratto senza veli di una delle più grandi e sanguinose guerre economiche della storia dell’umanità. In oltre 20 anni, la guerra del Congo ha causato più di sei milioni di morti. La popolazione soffre le conseguenze di uno stato di assoluta impunità. Considerando che il paese detiene i principali giacimenti di molte materie prime dell’industria high-tech, molti vedono questo conflitto come una delle battaglie economiche decisive della globalizzazione per la ripartizione delle risorse. Milo Rau riunisce vittime e oppressori, testimoni e analisti in un eccezionale tribunale civile nel Congo orientale. Alle 19.00 al LAC.

www.fitfestival.ch

Martedì 1 ottobre 2019 “Teatro di Guerra” al FIT Festival”

Il “Festival Internazionale del Teatro e della Scena contemporanea” detto anche FIT propone stasera alle 19.00 al LAC il documentario di Lola Arias “Teatro de Guerra” che racconta l’incontro di sei veterani della guerra delle Malvinas/Falkland per realizzare un film. Quasi trentacinque anni dopo il conflitto, tre veterani inglesi e tre argentini hanno trascorso alcuni mesi a ricostruire i loro ricordi di guerra. Ma le proposte del FIT proseguono fino al 6 di ottobre e sono davvero tante. Teatro, performance, danza, votati all’innovazione e all’ibridazione dei linguaggi, a modalità artistiche e progettuali al di fuori delle consuetudini e delle convenzioni. Roba forte, insomma. Ecco perché per il programma completo vi rimandiamo all’indirizzo qui sotto.

www.fitfestival.ch

Mercoledì 2 ottobre 2019 La morte in faccia con GAS allo Spazio 1929”

Gas vi propone una discussione sulla morte, sulla paura che evoca, su come affrontarla e sull’empatia umana. Una serata così vale la pena di viverla (e scusate la battuta). La morte fa paura. Noi occidentali non siamo proprio in grado di fare i conti con la triste mietitrice, ecco appunto, già il nome evoca angoscia. Le nostre chiese arcaiche sono piene di scheletri danzanti, e la paura della dipartita è ben presente, soprattutto in una società anestetizzata, dove la morte casuale o per malattia è sempre più difficile. Al contempo, molti hanno paura di ciò che la morte precede: la sofferenza, il dolore, la solitudine. A raccontarci le loro storie e a rispondere alle nostre domande ci saranno Marco Belcastro, cantautore, Alessandra Rocca, ausiliaria di cura, Lorenzo Alberto Pool, collaboratore di Dignitas e Loredana Odone, medico psichiatra. Allo Spazio 1929, in Via Ciseri 3 a Lugano a partire dalle 20.00.

www.gas.social

Giovedì 3 ottobre 2019 “Almoraima allo Studio Foce”

Dopo la felice esperienza di “Amor Gitano”, “Banjara” e “Cafè Cantante”, spettacoli nei quali il gruppo Almoraima è riuscito a fondere le sonorità del flamenco a linguaggi contemporanei, arriva ora “Lusìa”. Un concerto nel quale gli Almoraima ci regalano tutta l’intimità delle loro più recenti composizioni. Grandi successi ma anche sentieri appena esplorati attraverso l’unione di due tra gli stili oggi più fertili: il flamenco e la musica latinoamericana, che insieme navigano in un oceano mare di sonorità jazz. Apprezzati e conosciuti internazionalmente per il loro percorso, gli Almoraima consolidano con “Lusìa” la loro voce. “Lusìa”, allo Studio foce di Lugano alle 21.30.

www.luganoeventi.ch

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!