Sabbia in via Monte Boglia

Pubblicità

Di

Avevamo parlato recentemente del caso di Valentina Item Nasino, il cui caso della colf filippina assunta in nero era passato in giudicato perché la Item Nasino, vicecancelliera alla corte dei reclami penali, aveva rinunciato all’opposizione (leggi qui). Condannata e impacchettata dunque. Il Mattino tace.

Tempo fa, era il 2017, il Mattino si lamentava per le “vagonate di sabbia”, che la procura avrebbe buttato negli ingranaggi della giustizia per, si presume, evitare di condannare la Item Nasino. Il titolo esatto di allora era:

“sul caso Item le solite vagonate di sabbia?” Il Mattino, in pieno furore anti procura, con vecchie ruggini nei confronti di John Noseda, scriveva:

“Il Mattino della Domenica oggi si chiede che fine abbia fatto l’inchiesta su Valentina Item, vice cancelliera del Tribunale d’appello, che nel 2014, finì sotto i riflettori per l’assunzione in nero di una colf filippina. Fu proprio il domenicale leghista (dopo varie smentite) a pubblicare i verbali di polizia che accertavano i fatti. 

Ora il Mattino si chiede come mai “non risulta che da allora la signora Item sia stata chiamata in giudizio a proposito di tale assunzione”. 

“Uella sceriffo John Noseda, sono arrivate le solite camionate di sabbia?”, scrive il Mattino rivolgendosi al procuratore generale. “E sì che il caso non pare affatto difficile da istruire, anzi! E non veniteci a raccontare la solita storiella del “sovraccarico di lavoro”, perché a Palazzo di giustizia hanno trovato addirittura il tempo per multare il Cane Peo a causa dell’impressum del Mattino: il che significa che quella del sovraccarico di lavoro è una balla colossale, che oltretutto viene invocata a geometria variabile! Per l’impressum del Mattino il tempo si trova; quando invece si tratta di chiamare in giudizio gli amici degli amici.”

Ora che la signora Item Nasino è condannata, manco un cip. Le vagonate di sabbia sembrano essersi versate sul Mattino, seppellendo tutto il furore leghista. Passata la mania di fare i crociati giustizialisti? No, è che semplicemente la signora Valentina Item Nasino era in quota UDC, si tace dunque per non scontentare l’attuale alleato per le elezioni federali, che visti i chiari di luna delle ultime elezioni risulta sempre più indispensabile.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!