Sai l’albanese e sei astronauta?

Pubblicità

Di

Questo annuncio l’ho trovato su facebook, non so se sia vero o no. Però è di certo plausibile e ci spiega bene cos’è diventato il mondo del lavoro oggi. O sei un povero disgraziato e sei disposto a fare qualsiasi cosa per un pugno di copechi, oppure devi essere talmente specializzato che Wonder Woman ti allaccia le scarpe.

Sembra il profilo della segretaria di Ghiggia, 5 lingue (tra cui l’albanese!) e un bel mazzo di competenze informatiche che smetti di studiare dopo la pensione. Una delle richieste più assurde, figlie dei tagli e dei rimpasti di molte aziende, che assumono sempre meno, e quel poco che assumono, per risparmiare lo vogliono iperspecializzato e in grado di fare di tutto e di più.

Ecco perché non è difficile trovare profili che in realtà ne riassumono due o tre. Troviamo dunque inserzioni al limite del vergognoso, dove più che un dipendente sembrano cercare il principe azzurro, e il principe azzurro, come ci ha insegnato mammà, non esiste.

E non illudetevi che bastino le competenze, neh? Vi si chiederà anche di essere affabile, flessibile, responsabile, capace di lavorare in team, arrendevole e anche un po’ bevibile e deperibile.

Dovrete avere i capelli rossi, chiamarvi Ernesto (anche se siete donna) e avere una sorella nubile. Ah, e costituirà titolo preferenziale immaginare che in azienda avevano bisogno già un mese fa e voi avete cominciato prima di vedere l’annuncio.

Insomma, ci troviamo di fronte a richieste che hanno dell’assurdo e che inevitabilmente tagliano fuori il 99,95% della popolazione, mentre quei poveri disgraziati dello 0,5%, lavorano come deficienti anche per gli altri. Sono finiti i tempi in cui eri magazziniere e facevi solo quello, oggi devi saper gestire il magazzino digitale collegato con la stazione spaziale MIR, riparare il muletto, conoscere l’urdu e saper fare un frappuccino coi fiocchi.

Il mondo del lavoro, nonostante le entusiaste dichiarazioni di Vitta, che sembra una groupie dei Rolling Stones strafatta di coca, non è migliorato. Il lavoro c’è, semplicemente le condizioni di lavoro sono sempre peggio. O impossibili, o pagate malissimo, o a tempo parziale.

E se si prova a chiedere un salario minimo ai partiti borghesi, sembra che gli stai strappando le unghie con una pinza da elettricista, e parte il valzer dei franchi e dei centesimi avanti e indietro per arrivare a proporre salari minimi che non permettono a un ticinese nemmeno di avere una bici con la catena.

Perciò armatevi di pazienza, imparate l’albanese e pregate per avere un amico leghista che di sicuro metterà una buona parola per voi, nonostante le legioni di frontalieri iperspecializzati che premono alle frontiere.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!