Teresa Bellanova È il popolo

Pubblicità

Di

Amici della Lega: avete presente il “popolo” con cui vi sciacquate la bocca ogni due per tre?
Ecco, Teresa Bellanova È il Popolo.

Avete presente quando sotto le vostre biografie tra un amen, una Madonna, un Gesù Cristo e un “fateli affogare” scrivete alla voce istruzione: “Università della strada”? Ecco: Teresa Bellanova da quell’Università è uscita per davvero. Con la Lode. E un Master in contrade e campagne.

Avete presente, soprattutto voi leghisti del Sud, le nostre mamme, sorelle, figlie, amiche che si alzavano alle tre del mattino per andare a racimolare 4 lire lavorando come schiave sotto i caporali, e il cui “viaggio di lavoro” spesso finiva con la loro vita tra le lamiere contorte di un furgone? Ecco, Teresa Bellanova era una di loro.

E Avete presente, sempre voi leghisti del Sud, gli anni in cui quelle nostre mamme, sorelle, figlie, amiche venivano insultate, chiamate “terrone” dal vostro Capitano e dalla vostra Lega, schifate “perché non sapevano nemmeno parlare l’italiano”? Ecco, Teresa Bellanova in quegli anni era qui, a difendere i diritti di ogni donna, di ogni lavoratrice, di ogni lavoratore, delle vostre mamme, sorelle, amiche, figlie, senza discriminazioni, con le mani e le scarpe sporche di terra e le leggi sotto gli occhi, da studiare, da capire, da conoscere.

Teresa Bellanova ha la terza media, ma conosce le norme, l’agricoltura, l’economia, la Costituzione meglio di tutti voi laureati con master che ancora scrivete che i governi sono eletti dal popolo o che i migranti prendono 35 euro al giorno.

Teresa Bellanova è oggi Ministro: e lo è diventata senza giocare sul livore, senza alimentare la paura, senza aizzare i penultimi contro gli ultimi, ma aiutando gli uni e gli altri. Non odiando i deboli, ma standogli accanto.

Teresa Bellanova è forse il primo vero Ministro del Popolo. Lei. Non lui. Lei. E se me lo consentite è diecimila volte più bella delle vostre dee di plastica e botulino.

[Emilio Mola]
Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!