Benvenuti a CasaPound

Pubblicità

Di

Benvenuti a CasaPound

L’estrema destra non è un’invenzione della sinistra, e non parliamo di un gruppuscolo di paranoici mitomani, ma di una rete che, in tutta Europa, mantiene contatti e cresce come un cancro, sostenuta da governi sovranisti e autoritari.

CasaPound. Un nome carino, sembra quello di un elegante brand di arredamento, ma sappiamo tutti che non è così. Cos’è esattamente CasaPound?

Un movimento di estrema destra di matrice fascista, revisionista e populista, la sua fondazione risale al 2003 e coincide con l’occupazione del famoso stabile nel rione dell’Esquilino a Roma, stabile che nonostante i reiterati appelli è occupato tuttora. Il Demanio infatti ritiene lo sgombero, soprattutto col governo precedente, non prioritario. Questo stesso governo però sgomberava stabili con centinaia di famiglie abusive che finivano in mezzo alla strada.

In seguito, CasaPound da movimento giovanile di estrema destra si politicizza, partecipando anche alle elezioni dove però, fortunatamente non raggiunge grandi risultati. E così, il leader Gianluca Iannone ha decretato, quest’anno, la fine dell’esperienza politica di CasaPound e il ritorno alle origini, come movimento. L’impronta culturale di CasaPound è forte, anche intesa come underground, copre l’area letteraria e musicale, oltre che associativa e ha molta presa sui giovani, leggiamo infatti sul sito:

“In netta controtendenza rispetto alle sclerosi veterodestrorse, si comincia a concepire il fermento artistico e giovanile come pietra angolare e non come pericolosa effervescenza da contenere.”

CasaPound ha anche una forte matrice sociale ed anticapitalista, ma sarebbe un errore vederci qualcosa di positivo, l’antisemitismo e il razzismo, oltre che la deriva autoritaria e illiberale fascista, sono ben presenti nel movimento. Il serbatoio di pensiero anglosassone Demos così descrive CasaPound:

“uno dei più interessanti e ambigui movimenti populisti emergenti in Europa negli ultimi anni. Tuttavia, nascosto dietro questo aspetto si cela l’ombra di un’ala dell’estremismo di destra: il gruppo enfatizza lo scontro fisico e i loro commenti su forum e siti internet sono pieni di visioni estreme sull’immigrazione, antisemitismo, identità politica e nazionalista.”

Ispirati a CasaPound sono nati altri gruppi similari in Germania e in Spagna. CasaPound lavora sul territorio, e spesso vara iniziative per accattivarsi la popolazione, ma organizza anche picchetti, commemorazioni per i caduti fascisti come a Salò, o a Roma per i fatti di Acca Larentia (leggi qui) ronde o incursioni a scopo intimidatorio, come quella nella sede RAI (leggi qui) o nelle sedi delle ONG che aiutavano i migranti nel Comasco e nel Milanese (leggi qui)

.Il movimento è molto attivo propagandisticamente: ha una web radio e una web tv, oltre alla rivista Primato Nazionale che si trova regolarmente in edicola.

CasaPound è stata negli ultimi anni al centro di numerosi episodi di violenza, come il pestaggio avvenuto a Bari nei confronti di alcuni manifestanti antifascisti, fatti al seguito dei quali la procura della città ha disposto la chiusura della sede locale per il reato di riorganizzazione del partito fascista. Oppure solo nell’ottobre del 2018, lo stupro di gruppo nel Viterbese che coinvolgeva un candidato del partito(leggi in basso

In poco più di cinque anni le denunce nei confronti di membri o simpatizzanti di CasPound sono state quasi 400 e una ventina sono stati gli arresti .

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!