Chi ca**o è Alessandro Haber?

Di

Il polverone scatenato dalle battute sessiste lanciate dal palco di Castellinaria dall’attore Alessandro Haber in occasione del premio alla carriera assegnatogli dal festival del cinema giovane bellinzonese, non si è ancora calmato. Dopo che LaRegione aveva sollevato il caso definendo Haber un “vecchio allupato”, lui, oltre a scusarsi, aveva ribattuto con un “hanno montato un caso sul nulla” e il direttore della rassegna cinematografica, Giancarlo Zappoli, pure un po’ stizzito, aveva fatto quadrato riguardo alla legittimità del riconoscimento attribuitogli. In un’intervista l’amico Renato Reichlin invece definisce l’episodio come “un increscioso eccesso cabarettistico”. Perché a suo dire i giudizi e le crociate moraleggianti sono altrettanto inadeguati. Intanto, un’interrogazione al Municipio di Bellinzona da parte dell’Mps, chiede che il premio alla carriera gli venga revocato per sessismo. Noi di Gas, a Castellinaria, c’eravamo e il fenomeno Haber lo abbiamo intervistato proprio poco prima della premiazione incriminata. E, giusto per capirci, cinque è il numero totalizzato dal contaca**i. Ascolta il podcast!

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!