Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 22 al 28 novembre

Pubblicità

Di

“Se il mondo ti confonde, non lo capisci più, se nulla ti soddisfa, ti annoi sempre più scienziati e ingegneri hanno inventato già una generazione di bambole robot. C’è questo tipo strano, vedrai ti piacerà, lui suona la chitarra in una rock’n’roll band è come un Arlecchino ma non si rompe mai, attacchi la corrente, si accende e partirà. Oooh rock’n’roll robot, oooh rock’n’roll robot io ti amo, io ti cerco, io ti voglio, rock’n’roll robot!”. Alberto Camerini c’aveva visto giusto. Presto a lavorare al nostro posto e a esibirsi per noi ci saranno dei robot. Nell’attesa che accada però gustiamoci ancora un po’ di sana creatività frutto di ossa, muscoli, pelle ma, soprattutto, cervello rigorosamente umano. Eccoci dunque al ventaglio di offerte targate GASzebo. La nostra agenda settimanale vi propone come sempre una selezione di appuntamenti pensati per tenere a bada lo stress e trascorrere serenamente i prossimi sette giorni sette. E se casomai, vi venisse voglia di scriverci fatelo a gentecheaccende@gmail.com !

Venerdì 22 novembre 2019 “Scrooge – non è mai troppo tardi a Verscio”

La compagnia locarnese PerpetuoMobileTeatro presenta “Scrooge – Non è mai troppo tardi”, tratto dal racconto “A Christmas Carol” di Charles Dickens. Scrooge è talmente avaro da rimproverare a Dio stesso il Natale e le altre feste, colpevoli di intralciare il commercio e il guadagno. Da tempo ha chiuso a chiave la sua anima per fare carriera e arricchirsi. La sua cassaforte è rimasta l’unica compagna di sere solitarie. Alla vigilia di Natale gli viene offerta un’ultima occasione. Riuscirà a farsi conquistare dai tre spiriti del tempo? A ricordarsi di ciò che ha perduto prima di accumulare altri rimpianti? Una storia universale che ci parla della vita e delle cose importanti che rischiamo di dimenticare. Le maschere e il teatro fisico, la scenografia mobile e stilizzata, le musiche originali, concorrono a creare uno spettacolo essenziale ed efficace, onirico e divertente. Un mondo di fiaba capace di coinvolgere un pubblico di tutte le età.  Alle 20.30 al Teatro Dimitri di Verscio.

www.teatrodimitri.ch

Sabato 23 novembre 2019 “PFM canta De André al LAC ”

In occasione del quarantennale dei concerti dal vivo e dal tour “Fabrizio De André e PFM in concerto” e a vent’anni dalla scomparsa del poeta della canzone italiana, la PFM (Premiata Forneria Marconi) si esibisce alle 20.30 nella Sala Teatro del LAC per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese. Per rinnovare l’abbraccio tra il rock e la poesia, alla scaletta originale saranno aggiunti anche brani tratti da La buona Novella, completamente rivisitati dalla band nata nel 1971 e che due anni dopo sarà – caso più unico che raro –  nella classifica di Billboard (per Photos of Ghosts), vincendo anche un disco d’oro in Giappone. “La nostra tournée – dichiarò in quell’occasione Fabrizio De André – è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire ed eseguire le canzoni. Un’esperienza irripetibile perché PFM non era un’accolita di ottimi musicisti riuniti per l’occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l’hanno messo al mio servizio.”

www.luganoinscena.ch

Domenica 24 novembre 2019 “La giara a Viganello”

Nata come novella e poi convertita in testo teatrale, “La giara” è una delle opere più celebri e fortunate di Pirandello. Protagonista è don Lolò Zirafa, un uomo ricco e ossessionato dalla brama del possesso, che vive nella perenne e logorante diffidenza nei confronti del prossimo. Spinto dalla convinzione che chiunque desideri derubarlo, sottraendogli la “roba” cui ha consacrato la sua esistenza, trascorre il suo tempo denunciando malcapitati, e dissipando il suo denaro in processi persi in partenza. Anche il legale di don Lolò, che pur si arricchisce grazie alla nevrosi del suo cliente, arriva al punto di non sopportarlo più. Una situazione paradossale, al limite del grottesco, un protagonista caratterizzato da una fissazione maniacale e un finale inaspettato, dall’umorismo tipicamente pirandelliano, sono gli ingredienti di questo recital presentato da Emanuele Santoro, voce recitante, e Roberto Albin alle musiche dal vivo. Alle 17.00 al Teatro il Cortile di Viganello.

www.ilcortile.ch

Lunedì 25 novembre 2019 “Fiaccolata a Lugano per dire NO alla violenza sulle donne

Le violenze contro le donne – sessuali, fisiche e psicologiche – rimangono concrete e reali anche nel 2019 in Ticino, in Svizzera e nel mondo. Secondo i dati sulla violenza domestica in Svizzera nel 2018 si è registrato un nuovo preoccupante picco di reati penali nell’ambito della violenza domestica. La violenza contro le donne, sia essa sessuale, fisica o psicologica, è un fenomeno che si registra ovunque nel mondo, al quale tutte le donne sono esposte indistintamente: l’appartenenza di classe, il colore della pelle, l’appartenenza religiosa e il livello socioeconomico infatti non rappresentano un elemento di protezione. In occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, Amnesty International invita tutte e tutti a dire un chiaro NO a tutte le forme di violenza contro le donne, in Ticino, in Svizzera e nel resto del mondo. La fiaccolata inizierà dalla stazione FFS di Lugano e andrà fino a Piazza Dante. Si parte tutti alle 17.00.

www.amnesty.ch

Martedì 26 novembre 2019 “Trascendi e sali al Teatro Sociale”

Alessandro Bergonzoni è un amico di Bellinzona fin dai tempi degli spettacoli nella Palestra SFG, oltre 25 anni fa. Ora torna con “Trascendi e sali”, uno spettacolo che trasuda di tolleranza e pace, colmo di visioni che, magari, riusciranno a scatenare le forze positive esistenti nel nostro essere. Piuttosto che in avanti potrebbe essere, artisticamente, un salto di lato a dimostrazione che a volte per una progressione non è sempre necessario seguire una linea retta. Dove la carta diventa forbice per trasformarsi in sasso, dove il comico si interroga per confessare e chiedere e tornare a indicare quello che evidentemente lui vede prima degli altri. Forse dall’alto delle sue scenografie o nella regia condivisa con Riccardo Rodolfi. Forse. Sicuramente. Sicuramente forse. E tutto questo ad un autore che non ha rinunciato alla sua matrice comica, mai satirica, aggiunge un’ulteriore, ovvia, complessità per il suo quindicesimo debutto teatrale. Alle 20.45 al Teatro Sociale di Bellinzona.

www.alessandrobergonzoni.it

Mercoledì 27 novembre 2019“Cervello, percezione e coscienza a Cadro”

Miliardi di cellule nervose concorrono al funzionamento della sorgente dei nostri pensieri: il nostro cervello. Il ricordo, la conoscenza, la riflessione, il sogno, la logica e il linguaggio, che sono il fondamento della nostra natura di esseri umani, poggiano su una struttura molle, fatta di carne. Persino la nostra capacità di percepire la realtà attraverso i sensi dipende dalla complessa struttura del nostro cervello: immagini, profumi, suoni e gusti si ritrovano così a danzare fra i nostri neuroni, restituendoci una «visione ricostruita» del mondo. Ma com’è possibile che la materia veda, senta, ami, parli? L’incontro intende mostrare come il nostro cervello percepisca il mondo e le semplificazioni che adotta. Il corso si svolge su tre serate e comprende la visita all’esposizione “Imperfetto”. Il Corso di approfondimento sul cervello con Giovanni Pellegri si sviluppa sull’arco di tre incontri. Alle 18.30 o alle 20.00 all’Ideatorio di Cadro. Prenotazione obbligatoria.

www.ideatorio.usi.ch

Giovedì 28 novembre 2019 “Le regole per vivere al Teatro di Locarno”

“Le regole per vivere” è una delle commedie più clamorosamente comiche rappresentate a Londra negli ultimi anni. Una pièce di Sam Holcroft , portata in scena, in questa versione in italiano da Antonio Zavatteri. Un pranzo di Natale di una famiglia particolarmente logorata dai fatti della vita. Genitori anziani ormai incrostati di manie e di abitudini.  Figli non più giovanissimi gonfi di rancore nei confronti di papà e mamma, incastrati in relazioni di coppia a dir poco complicate e frustrati da vite professionali che non hanno avuto il fulgore previsto in gioventù. Accanto a tutto questo un’originale macchina teatrale che vi metterà in una condizione di gioco attivo comunicando con scritte e cartelli, determinate caratteristiche dei personaggi legate a tic e nevrosi. Insomma, quando una festa come il Natale pian piano può trasformarsi in una disastrosa giornata particolare. Alle 20.30 al Teatro di Locarno.

www.teatrodilocarno.ch

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!