WWF, atteggiamenti schizofrenici

Pubblicità

Di

A voler tenere il piede in troppe scarpe si rischia fortemente di inciampare. Il WWF, in Ticino, che ha sempre avuto un forte supporto a sinistra, rischia di venire accantonato per altre organizzazioni ecologiste più agguerrite e meno disposte al compromesso.

Il motivo? Un agire schizofrenico, dove il responsabile del settore politica per il WWF svizzero, Michael Fust, invita a votare Marina Carobbio (ecorating del 100%) come personalità più ecologista tra la rosa dei candidati al ballottaggio per gli stati, e un WWF Ticino il cui presidente Massimo Mobiglia, oltre ad essere alleato a liberali e PPD, fa un endorsement senza rimorsi nei confronti di Lombardi e Merlini, il cui ecorating è un insulto all’ecologia ed agli ecologisti.

Il WWf è davvero ambientalista?

Molte persone sono confuse e arrabbiate, presiedere un’associazione ambientalista implica assumersi una precisa responsabilità politica.

Presiedere un partito che invita ad eleggere rappresentanti della destra dichiaratamente antiambientalista pure. In questo caso, il povero Fust viene tranquillamente sconfessato da Mobiglia, che sottoscrive, in un comunicato congiunto con Bixio Caprara e Fiorenzo Dadò:
“…Per questo il nostro invito quali presidenti PLR, PPD e Verdi Liberali è quello di mobilitare quanto più possibile il nostro elettorato a sostegno del ticket Merlini-Lombardi per il Consiglio degli Stati. La loro elezione è la migliore opzione per un Ticino ascoltato e rispettato a Berna”


L’ecorating conta qualcosa?

Se l’alleanza PLR-PPD, che a molti ha fatto storcere il naso, è comprensibile, risulta decisamente contronatura (mi si scusi la battuta) vedere il WWF, che è la più grossa associazione che da decenni protegge natura, ambiente e animali, allearsi con persone il cui punteggio ecologista è francamente ridicolo. A fronte di un punteggio praticamente del 100% per Marina Carobbio, che va detto senza tema di smentite, ha nei confronti dell’ambiente l’identica attenzione che hanno i Verdi, abbiamo quello di Filippo Lombardi, che arriva appena al 32%, e quello di Giovanni Merlini, che riesce a fare ancora di meglio crollando al 20,4%.

Quella di Mobiglia, presidente dei Verdi Liberali, non è solo un’alleanza assurda, ma anche offensiva nei confronti ci chi, per anni, ha sostenuto il WWF credendo davvero di farlo per un’organizzazione ecologista al 100%. Ogni commento a questo punto è superfluo. Io comunque da tempo dò i miei soldi a Greenpeace o a progetti mirati internazionali. Un peccato per il WWF, anche perché non penso di essere l’unico. Un’associazione che agisce bene a livello ambientale, e questo possiamo concederlo, dovrebbe valutare meglio le proprie alleanze politiche. Sennò è come se il partito delle carote invitasse a votare per le bistecche di manzo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!