La lirica sui Navigli milanesi

Di

Torna sui Navigli, il 14 dicembre prossimo, la regata canora dei canottieri di San Cristoforo, con il baritono ticinese Alessandro Veletta. Un suggestivo e romantico appuntamento da non perdere, per riscoprire quel Natale che pensavamo congelato da tempo nelle nostre anime infantili.

L’enorme presenza di Veletta

Io ci sono stato l’anno scorso. Un po’ mi vergogno, una sensazione così disgustosamente natalizia non la percepivo dalla mia infanzia, dove tutto era permeato dalla festività, dai regali, dalla famiglia riunita. Era un Natale tiepido e ricco, gonfio di buone e belle cose, che raccontava l’affetto che ci legava quando ci trovavamo, in una dozzina, intorno alla tavola.

La sensazione che riesce a dare Alessandro Veletta, istrionico personaggio e pregevole baritono, che coi canottieri di San Cristoforo ormai ripete da anni questa suggestiva manifestazione, è eccezionale. Veletta, conosciuto alle nostre latitudini anche grazie alle sue buffe e stranianti collaborazioni con Rete Tre, è un vulcano incarnato. Dirompente, devastante, riempie l’aria con la sua presenza come un gas esilarante.


La musica di qualità dei MakePlain

Sentire risuonare le note dell’Aida o del Rigoletto sui navigli milanesi, percepire l’armonia gentile e potente dei maestri dell’opera mentre volano sulle acque dell’Idroscalo, ha qualcosa di magico. E negli anni, (questa è la quarta edizione) questo appuntamento è ormai diventato imprescindibile, attirando migliaia di persone che assistono rapite, tra le luminarie appese sopra il canale, alla performance canora di Alessandro.

Quest’anno, ad accompagnare Veletta, ci saranno i MakePlain, un duo anch’esso ticinese (vincitori di Palco ai Giovani nel 2013) che eseguiranno soprattutto brani natalizi ma non solo. Un ventaglio di sonorità, quello dei MakePlain che va dal folk al blues passando per la musica country. Un gruppo che può essere tranquillamente annoverato tra la musica di qualità di casa nostra.


La magia dell’amore ritrovato

L’evento è previsto nel tardo pomeriggio di sabato 14 dicembre 2019, dalle 18.00 alle 21.00 circa. A breve probabilmente saranno rese note le modalità per prenotare un posto barca o per noleggiare dei kayak, dragon boat o barche per voga alla veneta per seguire la “carovana” dei canottieri.

E se preferite restare a terra, potete assistere dalle rive, passeggiando lungo i navigli, cercando per un momento di ritornare bambini felici e dimenticando le ansie della frenetica vita moderna.

Ne vale la pena, davvero, un momento diverso, di musica, di raccoglimento e via…mi spreco, d’amore. Buon Natale a tutti, quel Natale che non è quello di oggi, ma quello che alberga da tempo nei nostri cuori di bambini.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!