Gutenberg, un uomo del futuro

Pubblicità

Di

Giovanni Gensfleisch della corte di Gutenberg nasce a Magonza attorno al 1400. Universalmente noto come il padre della stampa moderna, Johannes Gutenberg fu l’inventore della stampa a caratteri mobili. La sua tecnica tipografica consisteva nell’allineare i singoli caratteri in modo da formare una pagina, che veniva poi cosparsa d’inchiostro e pressata su un foglio di carta.

L’innovazione stava nella possibilità di riutilizzare i caratteri. Una rivoluzione che fu per lui un’ossessione che lo accompagnò, malgrado le difficoltà e i primi fallimenti, nel corso di tutta una vita spesa a perfezionare questa sua intuizione e il macchinario necessario a stampare libri in maniera più economica e veloce di quanto era accaduto fino ad allora.

Una tecnologia che permise la nascita dell’industria libraria e la diffusione del sapere tra persone che altrimenti mai avrebbero potuto permettersi di comperare un libro. E, solo oggi, a 600 anni di distanza, con Internet e l’avvento dell’era digitale, grazie ai computer e agli smartphone, stiamo forse attraversando qualcosa di simile a quello che fu il cambiamento epocale segnato da Gutenberg e dalla sua invenzione, tanto geniale quanto semplice.

Fedele alleata del tipografo tedesco fu ovviamente la carta, materiale sul quale sperimentò e si concretizzò la sua piccola grande rivoluzione. Così come non immaginarlo mentre inumidiva la carta, bagnava i fogli e li pressava. Gesti precisi, eseguiti con metodo. Senza esagerare con la forza, altrimenti tutta l’operazione sarebbe stata vanificata. Come non immaginarlo mentre perfezionava il suo marchingegno ispirato da chissà quale idea, sempre pronto a sperimentare nuovi inchiostri, nuove font, caratteri e, ovviamente, tipi diversi di carta.

A lui è fra l’altro intitolato il Museo Gutenberg a Friborgo, un museo tutto elvetico dedicato all’industria grafica e alla comunicazione. Un omaggio all’inventore della stampa a caratteri mobili, dell’inchiostro da stampa e del torchio a leva. Inaugurato nel 2005, nello stesso anno Gutenberg veniva designato come l’uomo più importante del secondo millennio d.C., soprattutto perché grazie a lui ebbe inizio una rivoluzione della cultura e della sua fruizione i cui effetti perdurano ancora oggi. Il flusso delle informazioni fu accelerato ed esteso in maniera fin lì impensabile e costituì lo strumento principe per l’estensione della comunicazione ad ampio raggio, come pure la base per la fondazione di numerose università. Grazie a proprio a Giovanni Gutenberg.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!