Sarà il caso ma..

Di

Sarà il caso.
Ma le Sardine sono nate a metà novembre.

E Salvini, dopo un’inarrestabile e indisturbata ascesa, a novembre, è crollato nei sondaggi, fino a perdere addirittura il secondo posto nella classifica dei leader più graditi: -8 punti in un solo mese.
Otto.

Un mese fa lo stesso sondaggio (IPSOS per il Corriere della Sera) lo dava al 45%, secondo solo a Giuseppe Conte. Oggi è al 37%. E’ terzo. Scavalcato pure da Giorgia Meloni.

E non perché quest’ultima sia cresciuta nell’indice di gradimento, anzi. Ha perso un punto anche lei. Ma il crollo del Capitano è stato tale da essere superato perfino dalla leader di Fratelli d’Italia.

Non solo. Crolla Salvini e crolla pure la Lega Nord, che dal 31 ottobre al 30 novembre ha perso il 2,4% dei consensi. Un’enormità.

Tutta una coincidenza quindi che proprio nelle settimane in cui l’Italia è invasa da un movimento pacifico, allegro, spontaneo, giovane, nato per fermare l’avanzata dell’ideologia leghista-salviniana, Salvini e la Lega siano crollati nei sondaggi?

No. Nessun caso o coincidenza astrale.
In questo mese Salvini non ha fatto nulla di diverso o di peggiore rispetto al solito repertorio. A parte iscriversi a Tik-Tok.

Semplicemente c’era bisogno di loro. Di quei ragazzi.
L’Italia non ancora inghiottita da odio e razzismo aveva bisogno di qualcosa, di qualsiasi cosa per reagire, per tornare a credere che non siamo condannati a un futuro di odio, cattiveria, diffidenza reciproca, recessione economica, violenza, razzismo, isolamento, sudditanza verso potenze straniere come la Russia.

C’era e c’è un’Italia che aspettava qualcosa. Qualsiasi cosa. E questo qualcosa è arrivato. E’ bastata una sardina disegnata su un foglio di carta. I partiti anti-sovranisti, PD su tutti, non erano stati capaci di fare nemmeno questo. Come sempre. Eppure bastava poco.

Però è successo. Ancora una volta. Fuori dai partiti. Dai balconi alle piazze. Dai social e tra la gente.

Qualcosa di bello, e che funziona, sta accadendo. E sta ottenendo i risultati sperati. Ora chi non ha fatto nulla ed è stato a guardare non dissipi tutto questo. Non lo mandi alle ortiche. Come al solito.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!