Chi è Mattia Santori?

Di

Bolognese, 32 anni, Mattia Santori ha alle spalle la storia della sua Bologna, Bologna la rossa, la partigiana, la laboriosa e la grassa, in pochissimo tempo, dal novembre del 2019 è diventato celebre come leader, o portavoce del movimento 6000 Sardine.

Santori è laureato in economia e diritto, con una tesi sulla TAV. Profondamente ambientalista, si dedica per professione alla ricerca per i mercati energetici per la RIE, una società di ricerche industriali ed energetiche, una struttura che lavora nel mondo dell’energia attraverso attività di consulenza e ricerca e che cura, tra le altre cose, anche una testata sulle energie rinnovabili. La società ha anche una rivista online, RIE online, dove Santori è uno dei redattori.

Da nove anni si occupa di corsi di atletica dello UISP per bambini delle elementari e medie come allenatore responsabile, inoltre insegna fresbee e basket a classi di bambini disabili.

È ed è stato redattore per diverse testate online, i suoi articoli vertono principalmente sulla questione ambientale ed energetica.

Riservato e poco incline a farsi pubblicità, si sa poco della sua vita privata, il che non è necessariamente un male.

Ha più volte garantito di non avere nessuna mira politica, ma la storia ci insegna che i mai a volte non sono proprio per sempre.