Io non sono un virus

Di

Quando penso alla missione di servizio pubblico dei media, lo faccio immaginando una società (la parte non strettamente “intellettuale” della società) che impara. Che impara incessantemente. Una società che nutre il proprio pensiero e dà argomenti al proprio sentire. Quando penso a una radio del servizio pubblico, la penso esattamente come io l’avevo trovata, ad inizio anni ’90. Una radio orgogliosa di intrattenere il pubblico ( la gente di legittima media ignoranza) fornendo infinite occasioni (spesso accidentali) di inceppare in affascinante conoscenze nuove. È sempre affascinante la conoscenza. Non si finga irresponsabilmente il contrario. La formazione continua della persona comune era garantita in buona parte ( e per questo apprezzata) dalla radio radio generalista. Ecco perché amo smisuratamente la radio, l’università facile e di tutti, che non ti chiede quasi nulla in cambio.Ecco ( anche) perché in generale qualsiasi mezzo che rappresenti il servizio pubblico è da rispettare. 

P.S Perché scelgo questa foto? Credo ahimé che si capisca senza nemmeno il bisogno di dirlo.


GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!