L’amore ai tempi del colera

Di

L’amore si raccoglie a secchiate in questa casa. Da lunedì mi trovo a combattere con un’influenza bastardissima, occhi che lacrimano, ossa rotte, naso intasato e mal di testa potente. Dopo l’ennesimo starnuto e un flebile lamento, giusto per ricordare agli altri (qualora non se ne fossero accorti), che sono malata e bisognosa di coccole, mi sento rispondere: “se non infetti tutta casa con i germi è meglio”. Quasi quasi prendo in considerazione l’idea di lasciarmi morire. Non prima di una serie infinita di flebili lamenti, solo per rompere le balle.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!