Dignità e compostezza

Di

Sono un malato di cancro.
Da due anni combatto con una malattia che avrebbe dovuto portarmi via in pochi mesi.
Ma sono ancora qui. E grazie a chi?
Grazie alle stesse persone che fin dal primo giorno mi hanno preso in cura e sostenuto, fisicamente e moralmente.

Le stesse persone che oggi hanno la stanchezza e la tristezza nel cuore.

Le stesse persone che dicono ‘i veri eroi siete voi che seppur gravemente malati affrontare le cure con coraggio anche in un periodo di pandemia’

Le stesse persone che non si rendono conto di quanto fanno per noi, tanto sono abituate a farlo ogni giorno..

Le stesse persone che hanno ricevuto la ‘gentile’ proposta di stare un mese lontano da casa, dalla famiglia, dai propri cari, dal ‘centro della loro vita e da cui traevano amore e forza. Proposta completata con la richiesta di stare in alberghi diciamo ‘d’occasione’, quindi nemmeno il meritato riposo dopo le giornate di tensione e impegno folle.. ma si sa, in ‘guerra’ bisogna fare sacrifici..

Le stesse persone che ‘o così o congedo non pagato’..

Ecco, per queste persone io resto a casa, in silenzio, non commento e non odio.. per loro chiudo gli occhi, stringo i denti, e mi ricordo che in fondo non sono in guerra con le mani sporche di sangue..mentre loro si: non mani sporche di sangue, ma mani piene di paura e timore di farsi male e soprattutto di fare male attraverso un nemico nascosto che ha un nome ma non in immagine.. il virus, mentre continuano senza sosta a prendersi cura di noi..

E noi ci lamentiamo..

‘ La situazione è pesante, spero che non mi chiamino per l’ospedale di… ma se dovessero farlo andrò di sicuro: spero di reggere il dolore e la sofferenza dei pazienti in intensiva, è una situazione umanamente difficile da vedere negli occhi di una persona’

E ancora una volta gli altri, Noi, davanti al loro lavoro..

E, per una piccola nota polemica, molti sono frontalieri.. Sono frontalieri per la politica, per l’EOC, per chi gli deve dare lo stipendio.. Invece per loro, si, per loro, il personale sanitario tutto, le dogane non esistono e le barriere anche.. e ho visto davvero solo Unione e collaborazione .. E sono tutti uomini e donne in trincea che stanno lavorando insieme per noi

Basta paura, basta negatività, basta rabbia: lo dobbiamo A LORO che stanno portando sulle spalle il peso più grande

I soldi si riguadagneranno, le imprese si rifonderanno, l’economia si risolleverà..

Ma nei loro cuori ci saranno sempre, indelebilmente , i segni di questi momenti. Porteranno con loro i nostri cari che noi non possiamo nemmeno vedere morire.. Porteranno con loro le telefonate nascoste fatte ai parenti in lacrime, il dolore e la rabbia della distanza imposta da una malattia non voluta.

Basta, per dovere, PER LORO, dignità e compostezza..

Siate essere umani, non bambini viziati di un’epoca senza guerre

*Nome noto alla redazione

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!