Ode agli adolescenti

Di

Non so i vostri, ma i miei figli mi hanno stupito. Sono adolescenti e per tutti loro gli amici, la gang, come la chiama mia figlia, sono più importanti di qualsiasi altra cosa. D’altro canto era così anche per noi a quell’età, ammettiamolo. Mi aspettavo discussioni infinite, divieti assurdi, minacce per farli stare in casa. E invece no.

Il coronavirus ha fatto il miracolo. Hanno accettato di buon grado la “reclusione”. Si sono tappati in casa, non hanno chiesto di uscire e non l’hanno nemmeno fatto di nascosto, anche se gli amici, gli abbracci, stringersi come koala, la “promiscuità” a quella età è fondamentale. Hanno seguito le regole e si sono accontentati delle chat. Per paura? Per senso del dovere? Perché hanno capito prima di noi che è questa l’unica via da seguire? Non so. So per certo che non me l’aspettavo. Ma sono felice di essermi completamente sbagliata.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!