Tempo di vendetta

Di

Panbrioche con etti di nutella, croissants al mais, di sils ed integrali,  spaghetti alla carbonara, chips al rosmarino, alla paprika, alle cipolle e nachos con guacamole, gnocchi all’aglio orsino, capretto al forno con patatine novelle, mille sfoglie con crema pasticcera, cheesecake al mango e per finire cioccolatini di tutti i tipi con il caffè. Questo è stato il nostro weekend. O meglio è stato il weekend di parte della famiglia, quella che ha deciso di abbrutirsi e mangiare come se non ci fosse un domani. Io, nel mio angolino, completamente in controtendenza ad un certo punto mi sono chiamata fuori, con la mia insalatina verde, tutta tenerella e il tonno all’acqua che non sa di niente. Guardavo i maledetti con cupidigia, odiandoli e compatendoli al tempo stesso. Vi aspetto al varco, signori miei, finito il coronavirus  dovrete anche voi uscire dalla porta. La vendetta è un piatto che si mangia freddo.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!