Una luce nella tempesta

Di

Noi siamo sempre qui, cerchiamo di tenere la barra al centro. Nel nostro piccolo non diamo notizie false, iperboliche o fatte apposta per cacciare click come farfalle. Non ci serve, non abbiamo pubblicità. Abbiamo i nostri lettori, fedeli, scanzonati, a volte arrabbiati, tante volte partecipi. Spesso ci fanno i complimenti, e a questo non ci abituiamo mai. Anche perché difficilmente ti capaciti di fare qualcosa di davvero importante.


Poi parli con le persone e ti accorgi che sì, dici cose importanti, che loro non sentivano da nessuna altra parte. Ti accorgi che non trasmetti solo parole e storie, ma concetti di vita, sistemi di pensiero, che spesso escono dal gregge ma che sempre mantengono un fil rouge di coerenza che i nostri lettori e amici ci riconoscono.


In questi mesi di virus, in cui l’informazione ci ha spesso nauseati, Gas è sempre rimasto dalla parte della ragione, della pacatezza, cercando di essere baluardo alla paura irrazionale, che anche se lecita, è velenosa come un’erba malefica. Un’erba che intossica e avvelena e che non ci permette più di vedere le cose nella giusta prospettiva. Il virus passerà prima o poi, è ovvio. Ma noi saremo sempre qui, forse un po’ cambiati, con qualche millimetro di scorza in più sulle nostre anime, ma sempre certi del nostro compito, che è mantenere la barca al centro del fiume, alla faccia delle rapide, degli schizzi e degli scogli, perché è questo il senso della collettività, della comunità che abbiamo.


Gli apocalittici, fermo restando che è legittimo per ognuno fare le proprie scelte di lettura, si accalchino intorno ad altri portali più sensazionalistici, qui c’è la tribù delle persone magari ribelli, ma sensate, che ragionano e riflettono, che crescono portando ognuno alimento alla discussione, al ragionamento. Qui non ci sono ricette, ma una grande cucina, accogliente, sempre disposta a servire un piatto caldo a chi passa. Se chi passa ha buone intenzioni e cuore aperto.

Noi viviamo della generosità dei nostri lettori, se volete abbonarvi o diventare soci, siete liberissimi. Liberi di buttare i vostri soldi dove volete e per chi volete. Noi non abbiamo pubblicità. Solo amici e persone che credono nel nostro lavoro. È un pessimo momento per chiedere sostegno? Forse.

O forse è proprio questo il momento, se volete garantire un’informazione schietta, onesta e senza padroni.

Perché come insegna la storia, magari domani è troppo tardi.

Noi si rimane qua, in mezzo al mare, a prendere gli schizzi della schiuma in viso, a inzupparci tutti, per la passione che questo ci porta. Perché anche se non ci paga nessuno, ci crediamo.

Buona settimana a tutti, buona vita e se vorrete passare per la nostra cucina, leveremo un bicchiere alla vostra salute.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!