Condividete gente, condividete!

Di

Per la terza volta vedo che delle amicizie in FB condividono un allettante articolo, che pare una sorsata d’acqua di fonte in tempi di pandemia ed emergenze ambientali. “Ultime notizie! Bolivia riconosce legalmente Madre Natura come un essere vivo concedendole diritti legali”.

L’articolo é corredato da una suggestiva immagine di una montagna a forma di donna in amorevole meditazione. Purtroppo queste NON sono ultime notizie. La notizia risale al 2018. “Vabbé” direte voi, “poco male. La notizia é comunque bellissima e merita di essere condivisa”. Allora vi spiego due cose. La legge é stata firmata sotto la presidenza di Evo Morales, primo presidente indio della Bolivia, che esponeva, insieme alla bandiera nazionale, anche la Wiphala, quella tradizionale dei popoli andini. Perché parlo al passato? Perché qualche mese fa l’oligarchia boliviana bianca, ricca e di estrema destra, stufa di farsi comandare da uno sporco indio comunista, ha rovesciato il governo.

Come hanno promesso trionfanti, affacciandosi dal palazzo presidenziale, ora in Bolivia non comanda più la pagana Madre Terra. La Wiphala é stata calpestata dagli scarponi militari e sul Paese é tornata a comandare la Bibbia dei Conquistadores. E quei deficienti new age del portale Notiziein.it vanno a copiare un articolo del 2018 e ce lo spacciano per “Ultime Notizie”. E noi, felici abbocchiamo.

E se vedremo in televisione la autoproclamata presidente della Bolivia Jeanine Añez diremo: “Ah siii, quella simpatica, amica della Madre Terra!” Ultime notizie: il superaggiornato Notiziein.it offre anche consigli di viaggio per la Bolivia. Attenti a non farvi offrire un pacchetto all inclusive per l’aprile 1920, con aggiornamenti in tempo reale sulla pandemia di febbre spagnola.