Meno stress, stesso virus *

Di

Stressati dal virus? Problemi con la reclusione? Sale la tensione? Cercate spazi alternativi?

La prima domanda che dovete porvi è: Indica o sativa? E poi scegliete la ricetta migliore per il vostro profilo più frustrato e il vostro lato maggiormente malato.

La Mariagiovanna non è una cura per il Coronavirus e questo deve essere estremamente chiaro. Tuttavia le proprietà della marijuana possono essere risolutive per affrontare al meglio le problematiche legate alla situazione di quarantena. Durante i tre primi giorni l’idea di salvare il mondo dal divano affascinava anche gli animi maggiormente irrequieti, ma alla terza settimana lo stesso divano è diventato stretto anche ai single sfaccendati; figurati con tre figli una moglie/marito un suocero/suocera in tre locali e mezzo al terzo piano e l’amante/amante a soli 2 isolati …

Profilo Indica: mamme sfinite ma orgogliose; mogli che: “Noo l’è bravo ma al butaresi da sot”; nonni dimenticati o nonne irrequiete; padri in discussione; mariti insicuri; bambini iperattivi; bambini iperannoiati; bambini bulimici; bambini biondi; bambini minuti; bambini.

Profilo Sativa: mamme che non ne possono più; mamme che ne possono ancora; mamme che vogliono sbattersene; mamme; mogli disilluse; mogli illuse; mogli felici e innamorate; padri violenti; padri rassegnati; padri incerti; mariti incazzosi; mariti ascoltatori; mariti della porta accanto; adolescenti (tutti i tipi); adolescente nerd (ho scritto tutti i tipi!); amanti lontane; amanti vicini; figli che hanno venduto anche l’ultimo Xanax ; tutti gli altri profili.

In caso di dubbio usatele entrambe.

LE 3 RICETTE BASE

Il burro

1 kg. burro da cucina bio

50g. Marijuana secca tritata e congelata (ma potete usarne anche molta di più)

Lasciate sciogliere lentamente il burro in un pentolino poi aggiungete la marijuana tritata e congelata e fate sobbollire molto delicatamente per 30 min. circa. Lasciate intiepidire poi con uno straccio filtrate il burro stringendo come ossessi. Lasciate sobbollire nuovamente il burro fino quando si separeranno le impurità (circa 1 ora). Versare in piccoli contenitori e mettere in fresco.

Ideale per: colazione domenicale con treccia e marmellata, biscotti, cake, torte, muffin, cioccolatini, chupa-chups, lubrificante.

L’Olio Cotto

1 L. di olio di semi di girasole bio

50 g. di Marijuana secca tritata e congelata (ma potete usarne anche molta di più)

Unite la marijuana all’olio e lasciate sobbollire molto dolcemente per circa 45 min. rimestando periodicamente con un mestolo di legno o di gomma. Lasciare intiepidire e filtrare con uno straccio stringendo come pazzi furiosi. Imbottigliare.

Ideale per: condimento per insalate, condimento a freddo per carni, condimento a freddo per pesce, massaggi esterni, olio base per creme di indiscussa bellezza, lubrificante.

L’Elisir

5 L. gin oppure vodka

500 g. cascami interessanti di Marijuana

50 g. miele liquido

Noce moscata

5/6 stanghette vaniglia

In una damigiana coprire la marijuana con il gin o la vodka, agitare 1 volta al giorno per 30 giorni.

Aggiungere le spezie tritate finemente e agitare 1 volta al giorno per 30 giorni.

Filtrare con uno straccio esercitando la forza di un bruto, aggiungere il miele, mescolare e lasciare riposare per 10 giorni. Imbottigliare con cautela.

Ideale per: aperitivi sopra le righe, problemi di sonno, calmante generico, digestivo rilassante.

Ripeto per correttezza di informazione: “La Mariagiovanna non è una cura per il Coronavirus e questo deve essere estremamente chiaro! Tuttavia …

*con la consulenza scientifica di Maria Ridi

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!