5.30 di mattina

Di

C’era una luce particolare stamattina, verso le 5.30. Il cielo azzurro, pochissime nuvole e una striatura rosso fuoco. Sdraiata nel letto, non ho dovuto nemmeno alzarmi per godere di questo capolavoro. Un po’ sfocato per me, in realtà, sono miope, di quella miopia bella, leggera, che ti fa godere delle bellezze della vita e non ti fa andare a sbattere contro le porte. Un attimo, è durato un attimo, poi mi sono riaddormentata e un’ora dopo l’incanto era svanito. Scrivere un attimo lucente oggi è difficile, l’umore non è dei migliori, la stanchezza è sempre più presente e questa primavera strana, piena di rumori conosciuti e di silenzi nuovi un po’ destabilizza. Posso però chiudere gli occhi, ripensare al cielo, tornare a quell’istante perfetto. Eccolo, il mio attimo lucente è proprio lì, alle 5.30 di mattina, basta vederlo.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!