Gobbi presidente

Di

Ieri, Norman, è stato il tuo giorno: sei diventato presidente del Consiglio di Stato. Io ti ho ascoltato, Norman. Tutto il discorso. Pacato, eri tutto preso dal tuo nuovo ruolo: ringraziamenti di qua, ringraziamenti di là, come siamo stati bravi, come siete stati bravi e tanti, ma tanti “rispettivamente”. Ma quanti ne hai di riserva, Norman? Ti immagino chino sulla tua scrivania a scrivere il discorso, con tanti piccoli “rispettivamente” nascosti nell’ombra, pronti a saltar fuori e ad infrattarsi tuo malgrado tra una parola e l’altra.  Tu non cedere, Norman, combatti, ribellati. Non con le armi, ma con il dizionario, quello dei sinonimi. Ti do un aiutino, dai: relativamente, in relazione, nell’ordine…