Il non pretendere di sapere

Di

Ero un ragazzino quando presi l’”asiatica”. Fece 1’000’000 di morti nel mondo. Nel 1957 non c’era la tv, non c’era il virologo, il presidente dell’ordine dei medici. Continuai ad andare a scuola normalmente. Vidi mio padre molto malato. Si sopravviveva o si moriva. “È mort ur Tizio”- “Eh si, l’éva vecc”.
Il mondo è cambiato in meglio, per fortuna.
Ma di quel mondo dovremmo forse salvare qualcosa: l’umiltà. E, forse, il vantaggio del non pretendere di sapere!

Gian Piero Bianchi

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!