Ma che Kazik?

Di

Può una canzone polacca fermare l’onda sovranista? La vicenda sta infiammando il Paese, in piena campagna presidenziale. La radio pubblica ha censurato una canzone satirica su Jaroslaw Kaczynski.

L’incidente ruota attorno a una canzone di Kazik Staszewski che fa riferimento alla visita del presidente Kaczynski, leader del partito sovranista Diritto e giustizia (PiS), al cimitero Powazki di Varsavia il 10 aprile scorso, quando in realtà il cimitero avrebbe dovuto essere chiuso ai visitatori a causa dell’epidemia di coronavirus.

Venerdì 15 maggio la canzone di Kazik ha ottenuto il primo posto nella classifica musicale della settimana, ma poco dopo la fine della trasmissione la classifica è scomparsa dal sito dell’emittente pubblica e da più parti si è ovviamente gridato alla censura.

Da quando il videoclip della canzone è online, su YouTube, ha registrato quasi 11 milioni di visualizzazioni e il suo ritornello riecheggia da giorni nelle menti dei polacchi: “La tua pena è superiore alla mia, il tuo dolore è migliore del mio.”

Ascolta il PodGAS, il podcast di GAS.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!