Sollevato dalla Montagna di GOT

Di

Hafthór Björnsson, noto ai più per avere interpretato il ruolo del malvagio Ser Gregor Clegane, detto anche la Montagna, nella serie televisiva Game of Thrones, ha stabilito un nuovo record mondiale nel sollevamento pesi. Mezza tonnellata alzata da terra con un gesto atletico che di elegante ha ben poco, ma che dimostra piuttosto come, un obiettivo all’apparenza poco intelligente, può tramutarsi in un’impresa tutt’altro che banale ed essere invece metafora della condizione umana. Anche un gesto così, per alcuni addirittura stupido, può assumere un significato nuovo.

Qualche tempo fa in un’intervista al New York Post, l’atleta e attore islandese, raccontava come il sacrificio e l’impegno per arrivare a essere the World’s Strongest Man, cioè l’uomo più forte del mondo, non siano roba da poco: “Devi essere disposto ad allenarti 365 giorni all’anno ed essere assolutamente ossessionato dall’obiettivo che ti sei posto e, se sei disposto ad andare così lontano, allora puoi sperare di essere l’uomo più forte del mondo.” Ed è proprio grazie a questa tenacia che, qualche giorno fa, l’atleta ha stabilito il nuovo record mondiale di stacco da terra, sollevando un bilanciere di 501 chili.

Il record lo ha stabilito nella sua personale palestra. Perché tra i sacrifici fatti per potersi allenare come dio comanda c’è stata anche la costruzione di una propria palestra personale, con tutte le attrezzature del caso. “È molto difficile trovare attrezzature del genere in una palestra normale. Ecco perché ho la mia palestra personale in Islanda.” Ha ammesso Björnsson che è una Montagna di nome e di fatto, dato che il nostro colosso è alto 2 metri e 5 centimetri e pesa 205 chili. Un’impresa da record, la sua, che ha visto uniti in un unico poderoso sforzo tutti i muscoli del suo corpo. Saldati assieme con la testardaggine di un mulo e la furia di un toro. Facendo di quel peso ben piantato per terra un’utopia possibile.

Così, forse, non è solo un insignificante peso a essere stato sollevato a mezz’aria, ma, volendo azzardare, tutto ciò che in questo periodo d’emergenza da Covid-19 ci è spesso sembrato troppo pesante da maneggiare. Preoccupazioni, dolore, paure, angosce e tanto altro ancora che ha prima intorbidito le nostre menti e poi si è sedimentato sul fondo del nostro animo. Del resto sollevare e sollievo sono parole che hanno la stessa radice. Hafthór la Montagna ci ha tolto un peso. Un piccolo grande peso. E per un breve istante ci ha regalato, oltre a un pensiero che non fosse quello del coronavirus, anche la speranza che con la giusta perseveranza tutto è possibile, perfino un’impresa mai riuscita a nessun’altro prima e proprio per questa ragione ritenuta titanica.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!