Una Posta svizzera avida di dividendi

Di

La Posta fa un salto. Di qualità? Ne dubitiamo molto. Mascherata da entusiastico “cambio di strategia”, si attuerà l’ennesima privatizzazione. E la nostra Posta, ex servizio pubblico, che ci era invidiata in tutto il mondo come simbolo di precisione e puntualità, finirà definitivamente nell’agone delle aziende che rincorrono profitti fregandosene del servizio.

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS
scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? .

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!