La magia della musica

Di

Qualunque sia l’approccio nei suoi confronti, analitico o emotivo, l’arte dei suoni e la magia della musica non lasciano indifferente nessun essere umano. La musica è in grado di attivare alcune aree specifiche del nostro cervello, modulando i livelli d’eccitazione, di piacere, di concentrazione e rilassamento. Danzare a ritmo di musica è importante sia per i bambini, dato che li aiuta a sviluppare il linguaggio e a coordinare i movimenti, sia per gli adulti o per gli anziani, arginando il loro invecchiamento cerebrale e fisico.

Ha un’azione sulla chimica del cervello e quindi, di conseguenza, sull’umore. Tra in neurotrasmettitori coinvolti per esempio c’è la dopamina, una sostanza che viene generalmente associata al piacere. Il semplice atto del cantare produce un senso di esaltazione dovuto alla combinazione di endorfine e ormoni che vengono rilasciati nel corpo. Uno di questi ormoni, l’ossitocina, è noto per alleviare l’ansia e lo stress. Ma è anche associato al senso di fiducia e di legame, spiegando così l’euforia provata quando si canta in gruppo.

Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore e ha effetti sulla materia anche di ordine fisico. Non solo psicologico. In molti ospedali di tutto il mondo si pratica la musicoterapia, perché la musica ha un effetto benefico tangibile. Stando alle conclusioni di una ricerca inglese, far ascoltare ai pazienti le melodie e le loro strofe più amate, agirebbe da stimolo per il recupero dei deficit visivi nei casi di ictus.

Pubblicato su The Lancet Journal, lo studio della dottoressa Catherine Meads e del suo team ha confermato che l’ascolto di musica prima, durante e dopo un intervento chirurgico è stato d’aiuto al recupero del paziente. Con una significativa riduzione del dolore post-operatorio, dell’ansia, e della necessità di assumere farmaci.

La musica ha un effetto benefico sul nostro stato d’animo e dunque sul nostro corpo, anche dopo diverso tempo che abbiamo smesso di ascoltarla. Per accorgersene basta poco. Recuperate dalla cantina i vostri vinili impolverati, metteteli sul piatto e fateli girare. Oppure tirate fuori una di quelle compilation su musicassetta che avete consumato quando eravate ragazzini o studenti del liceo. Dopo il silenzio, quello che più si avvicina ad esprimere l’inesprimibile è la musica.

Ecco perché il consiglio, potrà sembrarvi banale ma è uno solo: cantate, ballate, ascoltate buona musica o quella che vi piace e vi fa stare bene. Perché la vita è una sola e, comunque sia, troppo breve per non farlo. La musica trasforma il tempo in spazio. Inizia dove finiscono le parole. Vale tutte le filosofie del mondo. La buona musica accorda i sensi. La musica è davvero la magia più grande.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!