Le vacanze a Oro Negro non fanno ridere

Di

Tutte le persone normali ridono a crepapelle. Ridono per il Montenegro, ridono per il salme Negroni, ridono per la birra Moretti. In realtà non fa ridere e tira la volata ai farabutti che sghignazzano alle vostre spalle.


Ohibò, a grattare il fondo al Mattino sono bravissimi, dei veri fuoriclasse. Se ci fossero dei campionati mondiali di grattaggio del fondo del barile, al Mattino vincerebbero la medaglia d’oro e d’argento.


Perché non il bronzo? Perché in redazione lavora Quadri con un altro povero mostro prezzolato, per cui al massimo possono vincerne due.

Con questa “chicca” vogliono fare gli spiritosoni. Come altre migliaia di simpaticoni sui social si gioca con qualsiasi cosa abbia a che fare con la parola “negro”, “negroni”, “moro”, “moretto” e via così.

Per questo, secondo ‘sti due balenghi, la pubblicità di viaggi di Migros verso la Catalogna, e precisamente nella zona di “Oro Negro”, è una cosa buffa.

Buffa perché seguendo un ragionamento lineare ed elementare come il lavoretto di un bambino alla scuola dell’infanzia, ogni cosa che ha a che fare con queste parole non deve più esistere. Perché sono i buonisti, ovvio, che si inventano ‘ste fesserie quando tutte le persone normali ridono a crepapelle. Ridono per il Montenegro, ridono per il salme Negroni, ridono per la birra Moretti.


Che Quadri e il suo manutengolo giochino ancora su sta storia dei moretti fa venire la nausea come se ce ne fossimo mangiati quatto pacchetti. Anche perché nessuno in Ticino ha mai detto un piffero sui moretti. (leggi qui sotto)

Scopo di Quadri e del fedele Pumba è far notare come sempre che il razzismo in realtà è un’invenzione della $inistra, dei buonisti e di tutta quella cricca di psicotici che inorridiscono per un moretto. Da qui a passare alle teorie che Floyd (il nero strangolato a Minneapolis) sia un farabutto e se la sia cercata è un attimo.

Noi, ridendo del Negroni e del Montenegro, facciamo il suo gioco, perché lui ci fa l’occhiolino e dà di gomito, riuscite a immaginarvelo?: “Eh? Vero che è una cagata? Vero che sono scemi? Vero che il razzismo in Svizzera non esiste?”


E noi, ridacchiando diventiamo complici, perché la questione non è in quel cacchio di moretto, ma nel disprezzo che rappresenta la locuzione di Morehkof, similissima a Morehnkopf, che non significa manco per il piffero testa di cinghiale come si inventano alcuni, anche perché se guardi un moretto, tutto ci vedi, da una sirena a un unicorno ma non di certo una testa di cinghiale. Teste di negro, sia in francese che in tedesco si chiamavano i moretti nei decenni passati. E oggi, se c’è ancora qualche produttore pirla che le chiama così, ed è uno solo, è ora che si adegui come hanno fatto tutti gli altri da decenni.

Mica è difficile. E non è in pericolo la pellicina smorta e mozzarellosa di Quadri.


Perciò, per cortesia, piantatela con ‘sta cosa del Negroni, del Montenegro o della Moretti, non fa ridere e tira la volata ai farabutti che sghignazzano alle vostre spalle.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!