Non siamo mai contenti

Di

Stamattina alla radio hanno parlato dello studio sui paesi più sicuri rispetto alla gestione del Covid-19. La Svizzera è in testa alla classifica. Mi sono svegliata con questa notizia e l’ho trovata bella, un raggio di sole.

Poi ho letto i commenti su Facebook e mi è venuto lo scoramento. Ma è mai possibile vedere il lato negativo in ogni cosa? Sì, per qualcuno è possibile. Sono uscita da FB, mi sono concentrata sulla mia tazzona di caffè, nero, bollente, con una goccia di latte, ed ho pensato a cosa abbiamo vissuto. Il mondo ha affrontato un’epidemia e noi abbiamo avuto il privilegio di viverla in Svizzera, il nostro sistema sanitario ha retto, gli aiuti finanziari sono arrivati, abbiamo avuto i nostri morti, i periodi bui, ma abbiamo rivisto la luce. E, volendo, avremmo pure potuto tutti imparare qualcosa. Alcune persone però non imparano e non lo faranno mai, alcune persone sono nate per criticare: qualunque cosa succeda. Anche se tutto va alla perfezione, loro troveranno il difetto. Io no. Io sono felice di aver vissuto l’emergenza Covid-19 in questo Paese, non siamo stati perfetti, ma siamo stati bravi. Diciamocelo e basta.