Teste di moro

Di


Testa di moro, testa di negro o moretto. In fondo è solo un nome. E’ il contenuto quello che conta, vero? Un cono di cioccolato ripieno di crema, il tutto appoggiato su una cialda croccante.

Mi sono chiesta anche io se la decisione di Migros e Manor non fosse un po’ esagerata, più commerciale che eticamente corretta. In fondo è solo il nome di un dolce. Ci ho pensato e ripensato, poi ho iniziato a cercare delle varianti: io bianca che vado a comprare una meringa dal nome particolare, testa di bianco, capoccia di bianco, crapa pallida. Non mi offende, come mai? Poi ci sono arrivata.

Non mi offende perché siamo noi la maggioranza. Tutti i nomignoli, tutte le parole spregiative, negro, lesbica, frocetto, terrone, chinkeli, sono sempre e soltanto rivolti alle minoranze. E non c’è nulla che possa offendere noi bianchi in corpore. Noi siamo la “razza” dominante. Sarebbe bello, perciò, se noi la smettessimo di pensare “ma dai si scherza, è solo un nome, cosa vuoi che sia”. Cambiare il nome al famoso dolcetto è un passo che non ci costa nulla, ma un gesto gentile verso chi è una minoranza. Solo un primo passo per dimostrare di poter essere migliori. Il dolcetto rimane buono e a noi non costa poi molto, no? 

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!