Un funghetto trallalà

Di

Siamo appena usciti dal Covid 19 e già ci ritroviamo con l’UDC furente. Ieri il parlamento ha bocciato il patentino per i cercatori di funghi stranieri e il buon Marchesi ha perso le staffe. L’UDC ha capito tutto, tiene al territorio, difende i funghi oppressi e il bene della comunità. Noi stolti invece abbiamo consegnato i nostri funghetti al nemico. Da oggi in poi porcini, boleti, spugnole e chiodini, cresceranno felici ed ignari del pericolo: verranno colti e mangiati da forestieri. Perché si sa, se a cogliere dieci chili di funghi è uno svizzero va bene, se è uno straniero allora no. Azzardo un’interpretazione, correggimi, Marchesi, se sbaglio, ma mi pare di capire che il problema non è il boleto, ma chi lo mangia. Parliamone insieme, dai, cucino io, un bel risottino con funghi porcini buonissimi, rigorosamente colti da ticinesi certificati. Tutto un altro sapore.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!