Berlusconi e la nuova fidanzata

Di

Si chiama Marta Fascina, e ha 30 anni, la deputata calabrese di Forza Italia è la nuova “fidanzata” di Silvio Berlusconi dopo che la sua storia con Francesca Pascale, la first lady che avrebbe dovuto scopare via il ricordo delle Olgettine, è terminata.

Facciamo un po’ di gossip: Berlusconi, che ormai ha 84 anni sembra Hugh Hefner, l’editore di Playboy (morto a 81 anni nel 2017), che si circondava di conigliette da far sembrare casa sua un allevamento avicunicolo.

Berlusconi si è nuovamente “fidanzato” ancora una volta, con un eufemismo tutto italiano, che fa diventare fidanzati anche due che si sono conosciuti ieri e hanno passato la notte a ruzzare sotto le coperte.

“Ma siediti un attimo !” verrebbe da dire. Anche perché il Berlusca sembra sempre di più una maschera di cera di Madame Tussauds, tra cerone, lifting, botox e trapianti di capelli, fatichiamo ormai a capire dove sia finito l’originale.

La Fascina, decisamente caruccia, deve però aver visto qualcosa sotto quella crosta sintetica, al punto di innamorarsi visceralmente. In questi giorni la piccioncina e il gallinaccio sono in vacanza a Villa Certosa, il capanno sardo valutato 450 milioni di euro in cui Berlusconi si ritira per stare in raccoglimento con amici e fidanzate.

Fidanzate a parte, quella di Berlusconi sembra ormai una continua comparsata, come quei monarchi un po’ rimbambiti che salutano la folla senza capire bene quello che stanno facendo. È ovvio che dietro le truppe scalpitano, perché anche augurandogli ogni bene e tante altre fidanzate, il vecchio marpione non è eterno.

Dopo avere cavalcato la politica italiana per più di un ventennio, per Silvio arriva la sana quiescenza, accudito da fidanzata e figlie Barbara ed Eleonora (che sono coetanee della Fascina, anzi hanno pure qualche anno in più). Un epilogo in fondo che non ci stupisce più di tanto. Berlusconi in realtà, nonostante tutti i ridicoli scandali che lo hanno coinvolto, non è mai caduto rovinosamente nella polvere, al massimo ha inciampato un po’ prima di riprendersi. Ancora in questi giorni però, a riprova della sua inossidabile popolarità, sui social ci sono dei meme su di lui.

Sembra ieri che impazzivamo per le sue uscite e le sue politiche, come quando aveva fatto erigere una tendopoli beduina a Roma e aveva procurato centinaia di ragazzine come spettatrici all’amico Gheddafi per fargli fare il suo discorso. Uno spettacolo da guitti, tra i più indecorosi che la politica italica ci aveva servito. Lo avevamo visto anche a Lugano, l’anno scorso, quando ha incontrato, tra gli altri, anche il simpatico stilista Philippe Plein, pure allora non aveva smentito la sua verve “anticomunista”, definendo la sinistra: “…un’ideologia opposta alla natura dell’uomo ed è l’ideologia più disumana nella storia dell’uomo.” (leggi qui sotto)

Ora è però la vecchiaia a mettere uno stop a un uomo che fatica a capire che la fine è arrivata. Oddio, riuscirà, conoscendolo, ad avere ancora qualche colpo di coda, ma saranno quelli di un cefalo spiaggiato. Tanti auguri a lui e alla sua nuova fidanzata Marta Fascina, che vivrà di luce riflessa, se le va bene, per qualche anno, prima che la Triste Mietitrice venga a chiedere al Cavaliere il suo ultimo tributo.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!