Bugliano, il comune che non esiste

Di

In una recente lettera postata sui social, con tanto di carta intestata e stemma, il comune di Bugliano revoca la cittadinanza onoraria al tenore Andrea Bocelli, per la sua infelice frase sui malati di Covid: “Conosco un sacco di gente, ma non conosco nessuno che sia finito in terapia intensiva, quindi perché questa gravità?”.

La revoca della cittadinanza, viene anche riportata dalla Nuova Padania, il giornale della Lega. Peccato che il fantomatico comune di Bugliano, in provincia di Pisa, non esista e nemmeno il suo sindaco, Fabio Buggiani. Quella del comune di Bugliano è una pagina satirica abbastanza conosciuta, che ha al suo attivo altre goliardate del genere. Per rincarare la dose, il comune di Bugliano avrebbe anche tolto la canzone di Bocelli “Con te partirò” dal juke-box del bar di paese!

Un comune che se fosse vero potrebbe vantare ben 70’000 followers, una cifra che fa inorgoglire, soprattutto se pensiamo che Bugliano non ha nessun abitante. Già altre volte il comune inesistente aveva creato scompiglio per i suoi scherzi, come quando sortì la notizia che per diventare abitanti bisognava riempire un modulo certificando di non essere celiaci e di essere abilitati alla guida dell’apecar.

Per questo lo scivolone della Padania fa sorridere ancora di più, visto che ormai Bugliano, che ha tanto di assessori, archivio degli ordini del giorno, e sindaco del PD, è un riconosciuto sito di satira. Ma la foga dei padani nel dare addosso a un sindaco del partito avverso è stata fatale, facendoli così diventare lo zimbello della Rete.

Bugliano è un finto sito istituzionale fatto apposta per prendere in giro gli sprovveduti

Ultima boutade del comune di Bugliano, le “sobrie” feste comuniste di agosto o il divieto delle manifestazioni leghiste perché non rispettano le misure anti-covid. Diciamoci una cosa fuori dai denti, anche solo per l’ironia, Bugliano è il comune dove molti vorrebbero vivere davvero!

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!