Palermo annega e Salvini fa sempre più schifo

Di

Su Palermo si è abbattuta una bomba d’acqua come non se ne vedevano da decenni, sulla città è piovuta in un giorno l’acqua di un intero anno, due persone sono morte annegate all’interno della loro auto, e il primo pensiero di Matteo Salvini è di tirare in ballo gli immigrati per contestare il sindaco Orlando. Lo scrivevamo già due anni fa, possiamo fare tutte le analisi politiche che vogliamo, disquisire sulla comunicazione salviniana, sulla “Bestia” e sulle tecniche del suo staff, ma il fatto preminente resta solo uno: Matteo Salvini fa davvero schifo, come uomo prima ancora che come politico.

Perché solo una persona che fa schifo potrebbe usare una catastrofe naturale come pretesto per il solito putrido, stantìo, putrefatto attacco agli immigrati. Solo una persona orrenda dentro potrebbe cogliere l’occasione per una contestazione politica di fronte a dei morti. Si potrebbe dire che Salvini è uno sciacallo, ma c’è il rischio che lo sciacallo, nobilissimo animale che svolge una importantissima funzione biologica di eliminazione delle carogne degli animali morti, si possa offendere.

Probabilmente, Salvini aveva finito la scorta di preghiere da riservare alle vittime di tragedie varie come è solito fare, gli si sarà evidentemente inceppato il Rosario a forza di sventolarlo nei comizi, o il Cuore Immacolato di Maria che lo assiste e gli suggerisce le parole nel cuore si è preso mezza giornata di vacanza. Sarà che è successo al Sud e non siamo attualmente in campagna elettorale? Chi lo sa, fatto sta che c’è chi sui social si è persino unito al Putrido Leader, e al tweet del musicista Roy Pacy, che, usualmente pacato, ha perso le staffe dando del “turpe e miserabile sciacallo” a Salvini, ha risposto:

“Tenetevi l’Imam Orlando e affogate nelle vostre macchine”, “L’avete voluto e votato, ben vi sta”.

Perché il punto è questo: Salvini è libero di fare schifo impunemente, perché sa benissimo che per 100 contestazioni, ci saranno altre 1000 persone che ciecamente gli daranno ragione, perché, se è umanamente possibile, fanno ancora più schifo di lui.

Ed è questo il modo peggiore di fare schifo di Matteo Salvini: l’essere totalmente consapevole di quello che scrive sui social, perché nulla di ciò che esce dalle sue dita unte del cibo che regolarmente fotografa è scritto a caso. Tutto è vagliato al setaccio da uno staff di professionisti della comunicazione, ai quali di fare schifo come persone frega decisamente poco, persone come Luca Morisi e Leonardo Foa, figlio del presidente Rai ed ex CEO del Corriere del Ticino Marcello Foa che, ricordiamolo, fino a pochi mesi fa erano a libro paga degli italiani, assunti come staff di comunicazione del ministero dell’Interno. Persone cinicamente consapevoli degli escrementi verbali che fuoriescono dall’ano social del leader leghiste, e che tuttavia sanno benissimo di intercettare un sentimento diffuso nell’elettorato di riferimento, sanno alla perfezione come suscitare una risposta di pancia (o di culo, si direbbe in certi casi) con tweet del genere, come avessero davanti una torma di cani addestrati che, come il cane di Pavlov, reagiscono agli stimoli sbavando e latrando in risposta. È questa l’arma su cui Salvini conta e per la quale è difficile trovare una contromisura: che Matteo Salvini è una persona che fa schifo, ma che può fare quello che vuole perché chi lo segue fa più schifo di lui.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!