Ordinanze e pagliacciate

Di

Il presidente della Regione Sicilia Musumeci ha firmato un’ordinanza che impone al governo di trasferire entro 24 ore tutti i migranti fuori dalla Sicilia e vieta l’ingresso a barche di qualunque dimensione.

Anche molto piccole.

Con il plauso di Matteo Salvini che lo promuove a “uomo libero”.

Primo.
Il primo a opporsi al trasferimento dei richiedenti asilo fuori dalla Sicilia è stato proprio Matteo Salvini che un mese fa ha accusato il governo di voler “spargere infetti” per l’Italia. Aggiungendo: “Magari è una strategia per tenerci sotto lo Stato di Emergenza”.

Secondo.
Quando il governo ha deciso di trasferire i richiedenti asilo fuori dalla Sicilia e metterli su dei traghetti il primo a opporsi è stato sempre Matteo Salvini, accusando il governo di voler mandare in crociera i migranti a spese degli italiani.

Terzo.
Quando Matteo Salvini è stato Ministro dell’Interno non ha respinto una sola delle imbarcazioni di fortuna tipo quelle che arrivano anche in queste settimane. Ha respinto solo ONG e navi militari perché, appunto, con i cosiddetti “barchini fantasma” o di fortuna la politica dei “Porti chiusi” non si può applicare. Non lo ha mai fatto lui ma pretende che lo facciano gli altri.

Quarto.
Nello Musumeci e Matteo Salvini devono spiegare – visto che non lo hanno mai fatto – come si impedisce lo sbarco a una imbarcazione di pochi metri e piena di gente e se sono pronti ad assumersi la responsabilità penale della sorte di quelle persone qualora nel viaggio di ritorno l’imbarcazione (che loro sanno inadatta al viaggio) coli a picco o i passeggeri muoiano.

Quinto.
I migranti sono i soli che vengono controllati all’arrivo, testati e se positivi isolati. I siciliani e i turisti no. Al momento ci sono decine di migliaia di italiani e turisti infetti asintomatici che si aggirano per il Paese e la Sicilia, ma che noi non conosciamo perché a loro il test non viene fatto.

Ai migranti sì. Eppure Musumeci e Salvini, nonostante tutte le notizie raccontino di focolai sono causati da italiani e turisti di ritorno dalle vacanze e non dai migranti, vogliono far credere che il pericolo siano i migranti rinchiusi.

Sesto.
Essendo l’immigrazione materia statale e non regionale, l’ordinanza di questa notte vale come la carta per il incartare il pesce. Il presidente Nello Musumeci deve allora spiegare perché l’ha emessa.

Delle due l’una: o non conosce nemmeno cosa una Regione può fare e cosa no, il che sarebbe gravissimo. Oppure lo sa, sa che quella ordinanza è carta straccia, ma ritiene i suoi elettori abbastanza ignoranti da bersi la pagliacciata.

E sarebbe intollerabile

Emilio Mola

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!