Fascisti come Willy Coyote

Di

A volte mi chiedo cosa glorifichino i fascisti. Mussolini, un uomo che verso la fine, con gli americani alle calcagna, fuggì nascosto e travestito da caporale. Uno che invece di affrontare la sua fine con la dignità che il ruolo richiedeva, morì ignominiosamente dopo la cattura mentre se la dava a gambe levate.

A volte mi chiedo se sia fisiologico, se l’essere gradasso nei momenti di boria, col branco, ed essere codardi in solitaria è tipico di certi sbruffoncelli di destra. Non fa eccezione tale Manlio Germano, che in un commento su Facebook aveva regalato tutto il suo plauso e la dedizione ai quattro farabutti assassini del Giovane Willy Monteiro Duterte. (leggi qui)

Il Germano non ha avuto di meglio da fare che commentare tutto in lettere maiuscole:

“COME GODO CHE AVETE TOLTO DI MEZZO QUELLO SCIMPANZÈ, SIETE DEGLI EROI”

Inserire immagine

A corredo del salubre post, un cuoricino.

Eh, certo, perché gli eroi, per il simpatizzante di Fratelli d’Italia, la simpatica e sobria compagine di Giorgia Meloni, che raggiungerebbe secondo i sondaggi un 15% di consensi, sono quelli che ammazzano di botte un ragazzo in quattro.

Che leoni, che eroi, petto in fuori e pancia in dentro. Il coraggioso Germano viene fatto oggetto, ed è anche normale a questi livelli, di insulti e minacce. Tanta idiozia non richiama certo pacate riflessioni e frasi ponderate. Colpito dalla valanga di sdegno, prima minaccia denunce e poi, che pena, accusa dei suoi amici di avergli rubato il telefono e scritto la frase incriminata. Di più idiota come scusa c’è solo quella in cui diamo la colpa al gatto per averci mangiato i compiti.

Poi il Germano, sommerso da centinaia di commenti, critiche e insulti si da alla macchia, emulo dell’uomo che probabilmente ammira, l’altro codardo vestito da caporale. Germano cancella il suo profilo e scompare, ma ormai è tardi. La sua faccia campeggia sui social ed è giusto così. A volte la gogna te la meriti, e non ci si può sempre nascondere dietro al diritto di satira “suvvia, scherzavo”. (leggi qui sotto)

Germano soccombe alla valanga di critiche che lo colpisce, scappa, il bullo, probabilmente forte coi deboli e debole coi forti. Un atteggiamento triste e nauseante, che non fa che confermare la pochezza delle idee, se di idee si può parlare. Meglio parlare di mucchi di concetti raffazzonati e cuciti alla bell’e meglio come un moderno Frankenstein fatto di odio, rancore e frustrazione.

Venti minuti di pestaggio per Willy, venti minuti c’hannno messo ad ammazzarlo. E uno dei parenti degli assassini ha avuto il coraggio di dire: “ in fondo che hanno fatto? Hanno solo ucciso un immigrato”

Scappa, piccolo fascista, scappa, quello ti è dato fare, quello è congenito alla tua genia.

Scappa dagli altri e dalla stupidità di te stesso, perché stupido sei, non si scappa, sennò una cosa così non la scrivevi.

Il punto è che per quanto tu corra, ti raggiungerai sempre e quella parte di te che ragiona come un pupazzo riportato alla vita non se ne andrà mai, il rancore congenito e incistato dentro di te non ti lascerà requie, non troverai mai la pace. E forse nemmeno noi, che passiamo la vita a cercare di fermare quelli come te, perché percepiamo i danni che procurano al tessuto della nostra società.

Nessuno di noi troverà la pace, per motivi diversi. La differenza è tra chi soffre e costruisce e chi distrugge. Dalla tua fuga, da quella dei quattro assassini ora arrestati resterà solo la polvere alzata scappando, come se foste Coyote Willy dei cartoni animati.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!