È finita la pacchia

Di

Non si è ancora spenta l’eco del processo che ha sancito Alba Dorata, il partito neonazista greco, come organizzazione criminale, che assistiamo a un altro evento che sembra da poco ma certifica il cambiamento di rotta, sia in Italia che in Europa.

Sembrano finiti i tempi d’oro per i movimenti di estrema destra che si richiamano al nazismo o al fascismo. Una prassi tollerata fino a ieri, fino a quando Salvini, dall’alto del suo scranno di ministro sparava fulmini e saette come uno Zeus d’avanspettacolo.

In questi giorni sono a processo 33 esponenti del movimento neofascista di Casapound. Il gruppo che si ispira direttamente a Mussolini e al suo ammiratore, lo scrittore Ezra Pound. Prima avvisaglia di un cambiamento d’aria, lo avevamo avuto con lo sfratto da uno stabile del comune di Roma occupato abusivamente e sede ventennale di Casapound (leggi qui sotto).

Gli appartenenti al gruppo sono a processo per il selvaggio pestaggio un paio di anni a fa di alcuni manifestanti antifascisti. I ragazzi che tornavano pacificamente dalla manifestazione erano stati aggrediti e brutalmente picchiati dai neofascisti. Ma questo è un fatto in sé che non stupisce più di tanto. Importante è invece l’accusa di “ricostituzione del partito fascista”, un reato in Italia.

Un segnale, come dicevamo, che fa capire quanto il periodo d’oro di certi movimenti, cresciuti e gonfiatisi all’ombra di gente come Matteo Salvini, sono oggi in ben altra condizione. Altri segnali di cambiamento ci sono, come il sindaco leghista di Pavia Mario Fracassi che ha chiesto: “… la concessione della cittadinanza per eminenti servizi resi al Paese alla giovane atleta Danielle Frédérique Madam (di origine camerunense NdR), vittima di recenti aggressioni verbali”.

Un atto in chiara controtendenza rispetto alla linea segnata dall’ormai sminuito leader Salvini.


L’Italia del dopo Covid, e così anche l’Europa, non sono probabilmente più disposte ad accettare prevaricazioni e movimenti di gruppi il cui unico scopo è distruggere lo Stato democratico. Anche la probabile fine dell’era Trump e il muso duro dell’Europa nei confronti di Putin certificano questo passaggio. I sovranisti e i loro sodali neofascisti e neonazisti vanno ridimensionati. Va fatto per l’Europa e per tutto l’occidente. Stesso discorso vale per le milizie filo Trump, come i “Wolwerine watchman”, un gruppo di estrema destra statunitense, della quale 13 membri sono stati arrestati, è notizia di ieri, per aver pianificato il rapimento della governatrice democratica del Michigan Gretchen Whitmer.

L’ Occidente tutto ha deciso di mostrare le unghie e di dare una bella regolata a questi personaggi, che per troppo tempo hanno goduto le connivenze di leader spregiudicati, disposti a tutto per un pugno di voti e per mantenere il potere. Un potere che andava totalmente a scapito dello Stato e della collettività per favorire solo i capi di questa internazionale sovranista, che di internazionale aveva solo la varia provenienza dei gaglioffi che la componevano.

Una nuova strada sembra tracciata. Una strada che vuole ridimensionare fascismi, autoritarismi, razzismo e spregiudicatezza economica. Crederci è bello, saranno i fatti dei prossimi anni a stabilire se questa strada siamo riusciti a imboccarla o se siamo sbandati finendo nel fosso a lato della carreggiata.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!