Piccoli ingrati

Di

“Amore era buona la pizza farcita di ieri?” Nessuna risposta.

Amore mi ascolti? Com’era la pizza? Buona?” Un sorrisetto strano e un pollice alzato.

Bene, per oggi ti ho preparato un’ottima torta di verdure, mi dai il tupperware che te la preparo?” Nessuna risposta. “Amooore, il tupperware…”

Ok mamma, te lo do, tu però non ti arrabbiare…” La guardo con sospetto.

La tua pizza, ieri, volevo mangiarla, giuro, ma poi le mie amiche mi hanno invitato a mangiare il kebab, mica potevo rinunciare, no? Tu cosa avresti fatto?”, mi risponde con un sorrisone immenso, ridandomi la pizza.

E no, non poteva rinunciare, la piccola ingrata. Io a cucinare per lei, ad impacchettare tutto per benino, pregustando la gioia nei suoi occhi quando mangerà il mio cibo e lei invece a divertirsi con le amiche, abbandonando la pizza di mammà tutta sola in un angolo sperduto dello zaino. Diventerai madre anche tu, amore mio, ed io aspetterò lungo il fiume il tuo cadavere passare.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!