È Timbal il nuovo direttore RSI

Pubblicità

Di

Fumata bianca a Comano. È Mario Timbal il nuovo direttore. Scalza a sorpresa la favorita, Milena Folletti, che era direttrice dei programmi e dunque praticamente la seconda in linea di successione dopo Maurizio Canetta.

Milena Folletti, sia per la sua competenza che per il fatto che fosse una donna, era data per favorita. Le dinamiche interne all’ente radiotelevisivo però hanno deciso altrimenti, anche perché all’esperienza si è probabilmente preferito uno spirito innovativo, viste le sfide future soprattutto legate al digitale con cui è confrontata la RSI. 

Ricordiamo che Milena Folletti era in pole position anche nel 2014, quando però alla fine nello scontro tra Marcello Foa e Maurizio Canetta, aveva prevalso quest’ultimo.

Canetta si era ritrovato quasi immediatamente da gestire tra le mani iniziativa No Billag, che intendeva tagliare le gambe all’ente radiotelevisivo della Svizzera italiana, poi bocciata fortunatamente in votazione popolare (leggi qui sotto).

Il segnale in realtà è interessante. Principalmente perché si è scelta una personalità giovane e slegata dalle dinamiche interne. Timbal, figlio di Carla del Ponte, ha mosso i suoi primi passi, da giovanissimo, al Corriere del Ticino, poi è stato direttore operativo al festival di Locarno e attualmente lavora per un’associazione culturale con sede ad Arles.

Secondariamente, la RSI si trova oggi a dover affrontare diverse accuse di mobbing e molestie sessuali. Pochi giorni fa, RSI e SSM (il sindacato dei media) hanno deciso di istituire un pool di avvocati indipendenti che vaglino le accuse, un agire che fa comprendere quanto a Comano prendano seriamente la questione.

Timbal, ha la certezza (almeno all’interno della RSI) di non essere compromesso in nessun modo, questo porrebbe al riparo lui e l’ente da accuse di connivenza o di aver in qualche modo insabbiato i fatti.

Di Timbal si sa poco, anche perché non aduso a frequentare i soliti giri che ci fanno sempre pensare a rapporti incestuosi tra le posizioni di potere e i soliti noti. 

La RSI, ha un forte bisogno di cambiamento e sia l’altro candidato Marco Derighetti, dal 2011 direttore delle operazioni alla SSR (e che sarebbe oggettivamente stata una scelta di ripiego), che Milena Folletti, seppur competenti, non rappresentavano il nuovo.

Ora non resta che attendere e vedere se le innovazioni del nuovo direttore quarantatreenne, daranno come risultato un miglioramento della struttura o un’altra via crucis con emorragia di posti di lavoro. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!