Benvenuti nella Brexit al prosciutto

Pubblicità

Di

Non è un bel momento per gli inglesi. La Brexit dura con tutti i rischi che comporta, la variante inglese del Covid che colpisce un Paese già provato è un ulteriore colpo. Ora ci si mette pure il prosciutto.

Forse chi ha votato sì alla Brexit, lo ha fatto pensando alle passate glorie imperiali, quando i sudditi della regina Vittoria spadroneggiavano un po’ in tutto il mondo fregandosene allegramente di ciò che pensavano gli altri.

Ma oggi lo scenario è un po’ diverso e gli inglesi purtroppo, se ne stanno pian piano rendendo conto. Ultimo colpo fatale alle illusioni britanniche, viene dalla dogana dei Paesi Bassi, dove i doganieri solerti hanno sequestrato dei panini al prosciutto in possesso di ignari turisti inglesi.

A causa delle nuove rigide regole sull’importazione di carne, frutta, verdura e pesce infatti, non è più lecito portare oltre le frontiere europee certe derrate alimentari.

Per noi svizzeri non è un problema, facciamo i conti con regole doganali da quando siamo nati. Limiti, dazi e contingenti fanno parte della nostra vita come il pudding per gli inglesi. Ma i sudditi della bianca Albione, o almeno quelli che baldanzosi pensavano di fare tutto meglio da soli, sbattono oggi la faccia contro regole che fino a ieri erano inesistenti.

Fa specie anche qui, vedere il silenzio tombale di coloro che solo qualche anno fa, inneggiavano alla Brexit come ultimo baluardo del patriottismo. Anche qui i vari leghisti e UDC, come per Trump, si sperticavano in sostegni proditori ai sovranisti britannici, salvo ora tacere (leggi qui sotto).


Ora assistiamo a una Brexit dove il padre del primo ministro Boris Johnson sfrutta una nonna francese per avere il passaporto gallico e poter così accedere ai vantaggi che concede l’Europa ai suoi cittadini (ascolta qui sotto).


Lorenzo Quadri, manutengolo di sovranisti e brexiteer, usava la bandiera britannica facendo improbabili paragoni con la Svizzera. Paragoni che non stanno in piedi nemmeno con una stampella (leggi qui sotto).


E Quadri, anche qui come per l’assalto al Campidoglio, è silenzioso come un’ostrica a trenta metri di profondità. È silenzioso perché ha venduto per anni a quelli che si fidavano di lui, le balle della Brexit meravigliosa, come quelle di Trump grande presidente. Oggi invece, le persone sane di mente si rendono perfettamente conto di che farabutto criminale sia l’ex presidente Usa e di che cavolata pazzesca sia stata la Brexit, una scelta che gli inglesi purtroppo e certamente, pagheranno soprattutto nei prossimi anni.

“Ha della carne nel panino? Sì? Allora, dobbiamo sequestrare tutto, mi dispiace. Benvenuto nella Brexit, signore”. Questo è quello che ha detto il doganiere al porto di Hook of Holland al turista inglese.

Eh sì, benvenuti nella Brexit.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!